Liliana Cosi torna in Russia

Stampa articolo Stampa articolo

Dal 27 novembre al 2 dicembre Liliana Cosi tornerà in Russia, come Madrina del Festival&Contest che si terrà a Tula, la città natale di Lev Tolstoi vicino a Mosca, dal titolo “Serate italiane in Russia”. Con un tale titolo non poteva mancare la nostra étoile che ritiene la Russia la sua seconda patria artistica, essendo la ballerina italiana più invitata, in assoluto, a ballare in quel Paese. Un paese che ancora oggi ci permette di godere della bellezza del grande repertorio del balletto classico, attraverso le sue molte Compagnia, anche private, che  sono nei cartelloni di moltissimi teatri di tutta Italia.

Come mai questo improvviso ritorno? Ho partecipato lo scorso anno al Festival&Contest di Rimini che si svolgeva a Modena dal titolo “Serate Russe in Italia” e quindi è sembrato logico al presidente Christian Cartoceti invitarmi anche quest’anno quando l’evento si svolgeva proprio in Russia. Questa volta sarò la Madrina ufficiale di tutto il Festival, che comprende  diverse arti, oltre alla danza anche musica e canto.  terrò anche una  Master-class per i giovai partecipanti e ovviamente sarò anche in giuria.

E’ emozionata di tornare in Russia? Sono contenta di aver l’occasione di visitare la casa del grande scrittore  russo che ammiro tantissimo e così anche  mi ripasso un po’ la lingua russa, adesso ho meno occasioni di parlarla anche se in Scuola abbiamo sempre un’insegnante russa.  Spero soprattutto di vedere buoni giovani ballerini o ballerine che magari potranno proseguire i loro studi da noi a Reggio Emilia.  Noi infatti, col Nuovo Balletto Classico, insegnamo il metodo proprio della Scuola del Teatro Bolshoi.              

L’evento, “Serate Italiane in Russia” gode del sostegno del Ministero della Cultura della Federazione Russa, del Ministero della Cultura della Regione di Tula, e prevede più di 1500 partecipanti! 

Pubblicato in Articoli, Società & Cultura

Lascia un commento