Domenica per Sovvenire

Stampa articolo Stampa articolo

Da La Libertà del 21 novembre

La giornata del 25 novembre dedicata ai sacerdoti

Pubblichiamo questo articolo regionale in vista della Giornata di sensibilizzazione al “Sovvenire” (e in particolare alle offerte liberali deducibili per i sacerdoti) in programma nelle comunità domenica 25 novembre.

Sovvenire alle necessità della Chiesa prevede l’impegno e la partecipazione di tutti i fedeli per le opere di culto e pastorale, per la carità e anche per il sostentamento del clero. Quest’ultimo nasce da un invito diretto ed esplicito di Gesù che, rivolgendosi ai discepoli nel dare indicazioni riguardo ad una loro prima esperienza missionaria, diceva: “Gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date. Non procuratevi oro, né argento, né moneta di rame nelle vostre cinture, né bisaccia da viaggio, né due tuniche, né sandali, né bastone, perché l’operaio ha diritto al suo nutrimento” (Matteo 10,8-10).

L’idea che sta alla base di questo invito di Gesù è che il sacerdozio non è un mestiere: non si fa il sacerdote ma si è sacerdoti. L’essere sacerdote richiede di dedicarsi a tempo pieno per la Comunità e per i fedeli, come di fatto avviene per tantissimi sacerdoti oggi in Italia. Per questo diventa importante, se non necessario, che vi possa essere una condivisione di forze per un sostegno materiale che aiuti un Sacerdote a vivere dignitosamente.

Le cronache anche in Italia sottolineano a volte scandali e difficoltà nella Chiesa. Diamo a tutti i nostri sacerdoti un segno di vicinanza, di condivisione e di corresponsabilità. Lo sguardo più ampio all’impegno complessivo di circa 35.000 sacerdoti in Italia, porta ad anteporre un senso di gratitudine per una missione ecclesiale con frutti ben visibili ed a tratti consolanti.
Fare, oggi, un’offerta liberale deducibile per i sacerdoti, può essere un gesto per dire un piccolo-grande “grazie” e magari, per chi si è distratto, per fare un buon richiamo ad una fiducia per cui è importante che un sacerdote dia sempre il “tempo pieno”.

Gli incaricati diocesani del Sovvenire
Regione Emilia-Romagna

Pubblicato in Articoli, Vita diocesana

Lascia un commento