Reggio Emilia e Genova lanciano le buone pratiche per il social housing

Stampa articolo Stampa articolo

Sicet lancia un tavolo permanente sul welfare abitativo per rilanciare gli investimenti in edilizia residenziale pubblica e promuovere processi di riqualificazione

Reggio Emilia (5 novembre 2018) – Creare un’edilizia sostenibile è possibile. La visita a Reggio di una quarantina di inquilini provenienti da Genova e La Spezia è stata occasione di confronto con Acer e Sicet, Sindacato inquilini casa e Territorio, in merito alle più recenti soluzioni in termini di tecnologie innovative e servizi ai cittadini in grado di trasformare gli alloggi di edilizia residenziale pubblica in veri e propri smart building.

«Con Acer – dice Chiara Lupi responsabile Sicet di Reggio Emilia – lavoriamo affinché i diritti dei cittadini vengano tutelati per quel che riguarda l’abitazione. Con Sicet, ad esempio, forniamo sostegno ai residenti, aiutiamo i cittadini nella registrazione dei contratti e nell’aggiornamento del canone e li sosteniamo in caso di sfratti. La rappresentanza di inquilini provenienti da Genova e La Spezia – continua Chiara Lupi – sono stati accompagnati in visita al quartiere Compagnoni, dove vecchi condomini realizzati negli anni Sessanta sono stati completamente riqualificati con notevoli benefici per gli inquilini in termini di comfort abitativo e risparmio energetico». 

All’incontro erano presenti, oltre al segretario regionale Sicet Emilia Romagna e Sicet Emilia Centrale Eugenia Cella, il responsabile per Reggio Emilia Chiara Lupi, il segretario Regionale Sicet Liguria, Stefano Salvetti, il presidente di Acer, Marco Corradi e l’ingegnere Ercole Finocchietti, tecnico di Acer. 

«Il confronto con i colleghi della Liguria – afferma Chiara Lupi, responsabile Sicet di Reggio Emilia – e la condivisione dei rispettivi progetti di social housing è stato estremamente proficuo: obiettivo comune è di migliorare la qualità della vita dei cittadini e di sostenerli nelle difficoltà quotidiane. Per accompagnare l’attuazione del recente importante Accordo col Comune di Reggio sul social housing crediamo serva un tavolo permanente sul welfare abitativo per rilanciare gli investimenti in edilizia residenziale pubblica e promuovere processi di riqualificazione: gli edifici di edilizia residenziale pubblica di via Compagnoni rappresentano un ottimo esempio del lavoro che si può realizzare». 

«Come Cisl vogliamo rinnovare sempre, attraverso il Sicet, il nostro impegno sul tema della casa, perché è il luogo principale degli affetti, dei legami e di quella realizzazione e sicurezza delle famiglie e delle persone che è alla base del nostro benessere e della nostra coesione sociale» conclude il segretario Cisl Andrea Sirianni.

Pubblicato in Articoli, Associazioni

Lascia un commento