Rinnovo delle cariche: ecco la squadra di Confimi Emilia

Stampa articolo Stampa articolo

Al dibattito sono intervenuti anche Armando Siri e Stefano Bonaccini, oltre al sindaco Luca Vecchi. In sala anche Paolo Agnelli, presidente di Confimi Industria

Venerdì 26 ottobre si è tenuta l’assemblea ordinaria per il rinnovo delle cariche di Confimi Emilia, un’occasione straordinaria di incontro e un momento particolarmente importante per l’Associazione delle piccole e medie imprese.

L’evento è stato diviso in due parti: la prima ha avuto luogo in forma privata, dove sono state votate le nuove cariche, e la seconda pubblica, segnata da un dibattito a cui hanno partecipato Stefano Bonaccini – Presidente della Regione Emilia Romagna, Armando Siri – Sottosegretario di Stato presso il Ministero delle Infrastrutture e Trasporti, Luca Vecchi – Sindaco di Reggio Emilia e Paolo Agnelli – Presidente Nazionale di Confimi Industria.

Il dibattito ha toccato diversi argomenti, partendo da quello relativo alle infrastrutture e alla condizione delle PMI italiane, al quale il sottosegretario Siri è intervenuto dicendo che: “Bisogna partire dal capitale umano, questa è la vera ricchezza delle imprese. Al giorno d’oggi facciamo fatica a trovare ancora determinati professionisti: geometri, ragionieri, meccanici… Insomma quei mestieri che ti permettevano di entrare nel mondo del lavoro ancora giovani. Io vorrei tornare a dare dignità al mestiere, promuovendo iniziative di alternanza scuola-lavoro efficaci. Torniamo a dare importanza al lavoro di bottega”.

Entrando nel merito delle infrastrutture: abbiamo preso in mano una situazione difficilissima, questo è vero. È giusto parlare di innovazione delle infrastrutture, ma il primo passo per me è sistemare quelle che già sono presenti. La manutenzione è un tema che ci preme particolarmente. Dobbiamo sistemare ponti, strade, ferrovie… Per questo, prima di finanziare opere nuove, vogliamo sistemare quelle vecchie”.

Stefano Bonaccini parla della situazione infrastrutture in Emilia Romagna: “La nostra regione è un esempio d’eccellenza nei conti pubblici. Abbiamo dimostrato la migliore capacità di investimento dei fondi europei, molti finalizzati proprio alle infrastrutture. Siamo i primi in export pro-capite. Abbiamo collegato con la fibra anche i paesi più piccoli dell’appennino: insomma, puntiamo all’eccellenza e all’efficienza. Questo è quello che meritano le nostre imprese. Spero che il governo ci aiuti a mantenere le nostre promesse e il nostro sforzo verso le imprese”.

Mentre Luca Vecchi parla della sua città, Reggio Emilia, evidenziando che “Abbiamo attraversato 10 anni di terribile crisi. Gli investimenti privati e pubblici sono calati, per questo parlare oggi di investimenti non è facile. Reggio Emilia però è riuscita a dimostrare resilienza di fronte alle difficoltà. Ci siamo dotati della banda ultra-larga, sia per i privati che per le imprese, per rendere la comunicazione sempre più veloce e snella. Abbiamo mandato avanti operazioni infrastrutturali importanti come quello riguardante la Tangenziale Nord… Insomma: siamo una delle realtà più dinamiche del Paese”.

Infine Paolo Agnelli conclude parlando della nuova iniziativa universitaria “Il master in fabbrica”: “Il problema della formazione del personale è primario nel nostro sistema economico, che necessita di figure professionali non laureate ma comunque formate in mestieri come saldatore, meccanico, operaio metalmeccanico… Speriamo sinceramente di riuscire a portare a termine questo ambizioso progetto”.

Gianfranco Lusuardi, Presidente della territoriale di Reggio Emilia, aprendo il dibattito, ha espresso il suo orgoglio, affermando:

“Sono onorato di poter ospitare a Reggio questo evento così importante. I temi da discutere, quando si parla di piccole e medie imprese, sono tanti. Le PMI sono la spina dorsale dell’Italia, per questo è importante il confronto e il dibattito interno per parlare e risolvere le problematiche. Momenti come questo meritano di essere sfruttati appieno”.

Questo incontro, che ha visto la partecipazione di decine di realtà del territorio, ha visto la nomina di nuove cariche:

Giovanni Gorzanelli (Margen Spa)Presidente di Confimi Emilia

Andrea Fiandri (Officina Fiandri Srl)Consigliere

Elio Annovi (Spazio a costruzione e design srl)Consigliere

Emanuele Pettenati (Centauro Spa)Consigliere

Graziella Bellotti (A.B.C. Bilance Srl)Consigliere

Massimo Montecchi (BS Company Srl)Consigliere

Massimiliano Perrone (Apaper Srl)Consigliere

Andrea Malagoli (Malagoli Aldebrando Srl)Consigliere

Roberto Fortunato Migliorini (Centro Servizi Metalli Spa)Consigliere

Romolo D’Eboli (Confimi Formazione Emilia)Consigliere

Luca Bugetti (Carpanelli Motori Elettrici Spa)Consigliere

Giuseppe Malaguti (Electric Production Srl)Consigliere

Alexandra Pittino (Icoed Srl)Consigliere

Otello Valenti (PMI Servizi Associati Srl)Consigliere

Rosolino Di Betta (Ro & Co Spa)Consigliere

Gianfranco Lusuardi, Daniel Rozenek, Pino Flamini, Rossella Rodelli GiavariniRappresentanti dei territori

 

Gorzanelli, neoeletto Presidente, ringrazia l’associazione dicendo che: “Il rinnovo delle cariche, con la definizione di un programma di lavoro, è una fase cruciale per l’Associazione. Ci siamo posti l’obiettivo di coinvolgere maggiormente gli imprenditori e di puntare ancora una volta sui giovani che devono essere affiancati, aiutati per poter garantire il cambio generazionale all’interno delle nostre imprese. Aggiungo che il tema dello sviluppo delle infrastrutture discusso nell’assemblea pubblica è fondamentale per il futuro del nostro territorio”.

L’evento segna il primo passo di questa nuova avventura: auguriamo a tutti gli eletti buona fortuna e buon lavoro!

Pubblicato in Articoli, Associazioni

Lascia un commento