FANTI, raduno interregionale a Castelnovo Monti

Stampa articolo Stampa articolo

Presentato brillantemente da Elena Lazzarini, amica dei Fanti, è decollato domenica 14 ottobre il XIV Raduno Interregionale organizzato a Castelnovo Monti e coordinato dal presidente della sezione Ccomunale “Cav. Ferrari e Mortari” Savino Viappiani che ha ringraziato le autorità militari e civili presenti, le sezioni di Frassinoro, Morengo e Romano di Lombardia, Petosino di Bergamo, oltre ai rappresentanti della sezione di Cavalese. Molte le associazioni e gli enti che non hanno voluto mancare all’appuntamento: la Croce Rossa, i Paracadutisti, Nastro Azzurro, l’Associazione Carabinieri in pensione e i Carabinieri in attività, gli Alpini, l’Auser, l’Avis, l’Anpi, la Croce verde.

Ha preso la parola il generale Giuseppe Napoleone, consigliere per l’Emilia Romagna, per portare il saluto del presidente nazionale, sottolineando con piacere la numerosa partecipazione, che testimonia il grande affetto verso l’Arma, nel ricordo di tutti i caduti. L’Arma, nella Grande Guerra 1915-18 ha dato il maggior tributo, quasi l’80% delle perdite totali: erano operanti 116 brigate di fanteria che hanno registrato più di 319.000 perdite umane. Ha anche ricordato il 157° anniversario della fondazione dell’esercito italiano, presente in 140 paesi per sostegno ai processi di pace. Il sindaco Enrico Bini è intervenuto sottolineando l’orgoglio ed il vanto per l’Amministrazione comunale per questa manifestazione che ogni anno viene ripetuta con il contributo importante delle associazioni di volontariato, molto attive sul territorio e con un ruolo fondamentale. Ha invitato pertanto a continuare, per creare un sempre maggiore senso di comunità, promettendo l’impegno dell’Amministrazione a sostegno.
Un ricordo è andato anche ai fanti defunti, in particolare al consigliere Albertino Curini di Cola di Vetto.

Poi la sfilata per le vie del paese con i gonfaloni dei Comuni, il medagliere con la bandiera nazionale e la banda condotta da Davide Castellari per deporre le corone ai tre monumenti presenti a Castelnovo Monti: ai deportati, ai caduti, alla donna partigiana.

Continua a leggere l’articolo di Maria Alberta Ferrari su La Libertà del 24 ottobre

Pubblicato in Articoli, Associazioni

Lascia un commento