Cammino matildico del Volto Santo: una tappa a Casina

Stampa articolo Stampa articolo

Il cammino del volto Santo è un pellegrinaggio recentemente istituito. Il percorso originale parte dalla città di Pontremoli e arriva fino a San Martino a Lucca. 
Per chi lo desidera è stato realizzato grazie all’impegno il “Cammino matildico medievale” che ripercorre parte della via Francigena.

Questo itinerario, che nella quarta tappa conduce da Casina e Carpineti unendo storia locale, natura e religione, ripercorre i luoghi più significativi legati alla vita della contessa Matilde di Canossa e termina a San Pellegrino in Alpe.
“Da poco – dichiara l’assessore ai Beni culturali, Grazia Filippi – il percorso è entrato anche a far parte dei Cammini d’Europa, una rete di cooperazione internazionale che cerca di sostenere lo sviluppo e la crescita dei territori attraversati dai principali itinerari di cultura e finanziato dall’Unione Europea.

Come amministrazione ci stiamo impegnando per promuovere il turismo e diffondere la conoscenza delle nostre zone, dentro e fuori l’Italia, dato che non abbiamo nulla da invidiare ad altre aree più turistiche, sia dal punto di vista naturalistico che storico. 
E mentre si svolgeva l’appuntamento della scuola del “Paesaggio del Parmigiano Reggiano” sono arrivati i due primi pellegrini del cammino”. “I primi pellegrini – continua Filippi – ci hanno espresso molta soddisfazione. La tappa che ci compete è lunga quasi 15 km e permette di visitare i nostri splendidi borghi: una via d’accesso naturale all’area Mab-Unesco. Speriamo – conclude – che questo pellegrinaggio diventi sempre più frequentato e conosciuto.”

Pubblicato in Articoli, Società & Cultura

Lascia un commento