Vienna, il rigore della bellezza

Stampa articolo Stampa articolo

Debuttano questa settimana la nuova rubrica di Valeria Braglia che ci porta alla scoperta di “Mirabilia”: Mirabilia è un genere della letteratura latina medievale facente parte della letteratura periegetica e di viaggio; i mirabilia erano l’equivalente delle moderne guide di viaggio, a beneficio di pellegrini e viaggiatori nel loro percorso. Le descrizioni dei mirabilia sono una fonte preziosa per storici, topografi e archeologi.
Buona lettura!

C’è ancora tempo qualche mese per organizzare un viaggio a Vienna, la capitale austriaca che quest’anno ha celebrato quattro artisti tra i più rappresentativi del Modernismo, in occasione del centesimo anniversario dalla loro scomparsa, avvenuta nel 1918: i pittori Klimt e Schiele, l’architetto e urbanista Otto Wagner e l’artista universale Koloman Moser.
Un articolato programma di mostre ed esposizioni, unite dal titolo evocativo Bellezza e Abisso, anima fino a fine anno la raffinata capitale cosmopolita, protagonista tra l’Ottocento e il Novecento di una straordinaria fioritura culturale che seppe interpretare con un nuovo linguaggio le principali espressioni artistiche, dalla letteratura alle arti visive, dall’architettura alla musica.
è il periodo in cui si afferma una nuova generazione di intellettuali e di artisti che danno vita alla cosiddetta corrente del Modernismo, di cui Klimt è il principale precursore nell’arte della pittura.

Continua a leggere l’articolo di Valeria Braglia su La Libertà del 17 ottobre

 

Pubblicato in Articoli, Slide, Società & Cultura

Lascia un commento