Emilia Romagna: Giornata Europea della Cultura Ebraica

Stampa articolo Stampa articolo

Domenica 14 ottobre 2018 torna la Giornata Europea della Cultura Ebraica, la manifestazione che invita a conoscere e approfondire storia, tradizioni e cultura degli ebrei, minoranza presente nel Paese da oltre duemila anni.

Coordinata e promossa in Italia dall’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane e giunta alla diciannovesima edizione, la Giornata propone anche quest’anno un fitto programma di iniziative, ancor più diffuse sul territorio.

Hanno infatti raggiunto la ragguardevole cifra di ottantasette le località, grandi o piccole, distribuite in quindici regioni italiane, che aderiscono alla manifestazione e nelle quali si svolgeranno centinaia di attività tra visite guidate a sinagoghe, musei e quartieri ebraici, concerti e mostre d’arte, spettacoli teatrali e incontri di approfondimento, eventi per bambini e assaggi di cucina kasher.

Un tema inedito farà da fil rouge tra tutti gli eventi: ‘Storytelling. Le storie siamo noi’.
Un richiamo alle radici stesse dell’ebraismo, che affondano nelle ‘storie’ narrate nella Torah, la Bibbia ebraica, patrimonio di tutta l’umanità. Un argomento che sarà declinato in modi e forme espressive molto diverse, per raccontare l’atto del narrare da un punto di vista ebraico.

Molte le iniziative in EMILIA ROMAGNA, con il coinvolgimento di ben sedici località: BOLOGNA, BERTINORO, CARPI (FOSSOLI), CENTO, CESENA, CORREGGIO, CORTEMAGGIORE, FERRARA, FINALE EMILIA, FIORENZUOLA D’ARDA, FORLÌ, LUGO DI ROMAGNA, MODENA, PARMA, REGGIO EMILIA, SORAGNA.

Gli eventi a BOLOGNA iniziano sabato 13 ottobre, alle ore 21, all’Oratorio di San Giovanni Battista dei Fiorentini (Corte dè Galluzzi, 6), con un racconto in musica della “Vita di Abramo Colorni. Alchimista, ingegnere, illusionista”, tratto da “Il Prestigiatore di Dio” di Ariel Toaff. Voce recitante Daniele Squassina, chitarra e ideazione di Maurizio Lovisetti.

Nutrito il programma di domenica 14 ottobre, che si svolge presso la Comunità Ebraica di Bologna (Via Gombruti, 9) e presso il Museo Ebraico di Bologna (Via Valdonica, 1/5).
Dalle 10.30 alle 17.30, apertura e visite guidate alle due sinagoghe di Via Gombruti.
Dove segue, alle 12.00, la presentazione del volume di Daniel Fishman “Ebrei d’Emila Romagna” (Pendragon 2018). Alle 15.00 “Storytelling: alla scoperta della Bologna ebraica”, lezione itinerante di Rav Sermoneta, con la guida di Cesare Barbieri, alla scoperta dell’Antico Ghetto, del Museo Ebraico, del Memoriale della Shoah e del Cimitero Ebraico.

Al Museo Ebraico, alle 10.30 apertura della Giornata e saluti alla cittadinanza. Alle 11.30, inaugurazione mostra “Grand Tour d’Italia”, raccolta di oltre settanta fotografie di Alberto Jona Falco, un viaggio alla scoperta del patrimonio architettonico ebraico.
Alle 12.00, visita guidata al Museo.
Alle 16.00, “Storytelling: riflessione sull’incontro tra jazz e musica della tradizione ebraica”, tavola rotonda e lezione-concerto con Gabriele Coen, Stefano Zenni, Luca Bragaglini, Francesco Martinelli.
Alle 18.00, “Storytelling: arte e tradizione ebraica”: installazione dell’artista Grelo sul tema dell’acqua, con presentazione di Raimonda Bongiovanni e performance dell’attore Michele Tomasetti.
Per maggiori informazioni sugli eventi a Bologna, Tel. 051 232066, segreteria@comunitadibologna.it, Tel. 051 2911280, Mail. info@museoebraicobo.it.

A CARPI-FOSSOLI, nell’ambito della manifestazione “Raccontare Carpi. Itinerari e palazzi storici eccezionalmente aperti al pubblico”, itinerario a piedi nel centro storico alla scoperta di Carpi nel periodo bellico (1940-1945), a partire dall’ex ghetto ebraico e dalla ex-Sinagoga. 
La visita si svolgerà alle 10.30, con ritrovo presso la ex Sinagoga (Via Giulio Rovighi, 57).
L’iniziativa sostiene la campagna di sensibilizzazione “ENERGIE DIFFUSE-Emilia Romagna, un patrimonio di culture e umanità”
Per maggiori info, Tel. 059 688272, Sito. www.fondazionefossoli.org, Mail. fondazione.fossoli@carpidiem.it.

Iniziative anche a CENTO, a partire dalle visite guidate all’ex ghetto ebraico, alle ore 16.00, con partenza dalla Sinagoga sita in via Provenzali.
Presso il Palazzo del Governatore, alle 16.30, “Pieni di memoria”, laboratorio per bambini da 8 a 12 anni. I bambini impareranno l’alfabeto ebraico in modo intuitivo e divertente e potranno scrivere i loro nomi in ebraico, producendo anche una pergamena in stile antico. Laboratorio tenuto da Katharina Koch.
Alle 17.00 segue un incontro con Tiziana Galuppi dal titolo “Rabbini, pagine, penne e calamai, custodi di memoria”. Chiusura alle 18.30 con concerto del gruppo Les Nuages Ensemble, che propone “musica errante fra le nuvole, percorsi di musica klezmer al femminile”, e rinfresco con assaggi di dolci tipici ebraici.
Per informazioni e prenotazioni contattare il Tel. 051 6843145, Mail. prestitobiblio@comune.cento.fe.it.

A CORREGGIO si presenta la mostra a Palazzo dei Principi (Corso Cavour, 7) “Frammenti Ebraici: mostra documentaria sui codici ebraici e la comunità di Correggio”. La mostra sintetizza la storia della comunità ebraica correggese, e approfondisce la storia e le fasi del recupero di antiche pergamene con testi in ebraico. Si tratta di documenti di grande importanza essendo frammenti di antichi testi, del periodo compreso tra il 1100 al 1400, come trattati di mistica, scienze, testi talmudici e di liturgia di provenienza spagnola e centroeuropea, alcuni unici al mondo. La mostra sarà aperta dalle 10 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 18.30. A Correggio sarà inoltre visitabile il cimitero ebraico (Viale della Repubblica), dalle 10 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 17.30.
Maggiori informazioni, Tel. 0522 631770, Mail. urp@comune.correggio.re.it.

Eventi anche a CORTEMAGGIORE, dove alle 15.30, al teatro comunale Eleonora Duse, si terranno la proiezione del filmato “Da Rembrandt a Carlo Levi. L’ebraismo e la pittura”, e le letture dal romanzo “Yoshe Kalb” di Israel J. Singer. 
Iniziative a cura dell’associazione Italia Nostra, associazione Il filo d’Arianna e Comune di Cortemaggiore. Per maggiori informazioni Cell. 347 4727910

Appuntamenti anche a FERRARA, organizzati dalla Comunità Ebraica di Ferrara in collaborazione con il Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah (Meis). Gli eventi avranno luogo al Meis (Via Piangipane, 79/83).
Dalle 10.00, convegno “Storie e racconti di ebrei a Ferrara”. Introduce Marcella Hannà Ravenna, coordinatrice della Giornata. Intervengono con relazioni su personalità della storia della Ferrara ebraica (e non solo), Luciana Roccas, Massimo Acanfora Torrefranca, Andrea Pesaro, Jardena Tedeschi, Marco Contini, Jose Romano Levy, Michelle Nahum Sembira, Roberta Anau, Sabina Fedeli.
Alle 14.30 parte dal MEIS la visita guidata al Ghetto e al Cimitero ebraico, per un massimo di quaranta persone.
La Giornata Europea della Cultura Ebraica torna al Museo alle 17.00, dove lo storytelling si colora delle musiche del popolo ebraico e dei compositori ebrei italiani Salomone Rossi e Mario Castelnuovo-Tedesco. A eseguirle, la soprano Ahava Noham Katzin, accompagnata alla chitarra da Massimiliano Filippini.
Infine, alle 18.30, la conferenza “Il Midrash: una modalità di racconto ebraico” di Luciano Meir Caro, Rabbino Capo della Comunità ebraica di Ferrara, introdotto da Simonetta Della Seta, Direttore del MEIS.
Per maggiori informazioni, Tel. 0532 769137, info@meisweb.it.

Eventi anche a FINALE EMILIA, realizzate dalla Biblioteca Comunale G. Pederiali MAF-MultiAreaFinalese (Via della Rinascita 6/2) e dall’Associazione Alma Finalis.
Alle 11.30, visita guidata all’ex ghetto, con ritrovo davanti all’”Osteria La Fefa” Via Trento Trieste 9/C. Alle 13.00, pranzo con piatti della tradizione ebraica all’“Osteria La Fefa” (prenotazioni al Tel. 0535 780202).
Alle 16.00, in Biblioteca, Simonetta Bitasi introduce le opere di Roberta Anau, in particolare il romanzo “Asini, oche e rabbini” (e/o). Sarà presente l’autrice.
Per maggiori informazioni, Tel. 0535 788331, biblioteca@comune.finale-emilia.mo.it 

A FIORENZUOLA D’ARDA, dalle 10.00 alle 13.00 sarà aperto l’antico cimitero ebraico (passaggio dal cimitero urbano). Alle ore 11.00, nell’area esterna al cimitero,  inaugurazione della mostra a cura di Italia Nostra “Le principali festività ebraiche” e letture a tema. In caso di maltempo la mostra e le letture verranno allestite all’Ex Macello in L.go Gabrielli. Maggiori informazioni Tel. 0523 989250, Mail cultura@comune.fiorenzuola.pc.it.

A FORLI’ avrà luogo un interessante simposio dal titolo: “Anno 1418: Forlì e il grande convegno degli ebrei italiani”, presso il Refettorio Musei San Domenico (Piazza Guido da Montefeltro).
L’incontro si terrà dalle 10.00 alle 12.00. Interverranno Davide Drei, Sindaco di Forlì, Gabriele Fratto, Sindaco di Bertinoro, Giorgio Mortara, Vicepresidente UCEI, Fortunato Arbib, Comunità Ebraica Ferrara. Relazioni di Laura Secchieri, Enrico Bertoni, Antonella Imolesi Pozzi. Conclusioni di Rav Luciano Caro, Rabbino Capo di Ferrara. Modera Elisa Giovannetti, dell’associazione Cultura Forlì.
Si prosegue alle 15.30 con l’inaugurazione della mostra storico documentaria “Forlì ebraica”, a cura di di Franco D’Emilio e Paolo Poponessi (Palazzo Romagnoli, via Albicini, 12). Segue una visita guidata  alla scoperta di luoghi e simboli della presenza ebraica a Forlì, partenza alle 16.00. Per maggiori informazioni, contattare il Comune di Forlì, Tel. 0543 712221- 0543 712205.

A PARMA, apertura straordinaria della Sinagoga (Vicolo Cervi, 4). Visite guidate alle 10.15 e alle 11.15. Posti limitati, prenotazioni all’email jewishparma@gmail.com.

A MODENA, alle 17.00 conferenza del Rabbino Capo Beniamino Goldstein “Dall’uscita dall’Egitto ai bassifondi di Varsavia: la narrativa ebraica attraverso i millenni”. Maggiori informazioni al Tel. 059 223978, Mail: comebraica.mo.re@gmail.com.

A REGGIO EMILIA, presso la Sinagoga (Via dell’Aquila, 3/a), conferenza del Rabbino Capo Beniamino Goldstein “Dall’uscita dall’Egitto ai bassifondi di Varsavia: la narrativa ebraica attraverso i millenni”.
Alle 16.00, visita guidata per le strade dell’ex ghetto a cura di Alessandra Fontanesi di Istoreco.
Alle 18.00 visita guidata in Sinagoga a cura di Giulia Cocconi di Istoreco. Sarà inoltre possibile visitare il cimitero ebraico, con la guida di Antonio Zambonelli dell’ANPI.
Maggiori informazioni Tel. 059 223978, Email: comebraica.mo.re@gmail.com.

Eventi anche a SORAGNA, presso la Sinagoga e il Museo Ebraico Fausto Levi (Via Cavour, 43). Ingresso e visite dalle 10.30 alle 15.00.
Alle 16.30, “Bright Sounds”, concerto per pianoforte di e con Riccardo Joshuah Moretti.
A seguire brindisi di saluto con vino e spumante kasher. Per maggiori informazioni, Tel. 0524 599399, Sito www.museoebraicosoragna.net, Mail. info@museoebraicosoragna.net.

Posticipati di qualche giorno gli appuntamenti a BERTINORO. Domenica 21 ottobre 2018, alle 15.00 al Museo Interreligioso (via Frangipane, 6), si terrà una visita alla Bertinoro Ebraica e al Museo Interreligioso. Per maggiori informazioni, contattare il Comune di Forlì, Tel. 0543 712221-0543 712205.

Eventi posticipati anche a LUGO DI ROMAGNA, a domenica 28 ottobre, presso la Rocca di Lugo (Salone Estense).
Alle 10.30, presentazione del libro “Ebrei d’Emilia-Romagna. Voci, luoghi e percorsi di una comunità”, a cura di Daniel Fishman, Bologna, Pendragon.
Intervengono Davide Ranalli, Sindaco di Lugo, Rav. Luciano Caro, Rabbino capo della Comunità ebraica di Ferrara, Ines Miriam Marach, Studiosa della Comunità ebraica di Lugo. Sarà presente l’autore.
Alle 15.00 e alle 16.00 sarà possibile visitare l’antico cimitero ebraico (via di Giù). Per maggiori informazioni, Tel. 0545 38568, Mail. trisi@comune.lugo.ra.it.

A CESENA gli eventi si sono svolti il 2 settembre, per ragioni organizzative, con un ottimo riscontro di pubblico.

Città capofila, e luogo dove si inaugura ufficialmente la manifestazione, è quest’anno Genova, nella quale risiede una comunità ebraica vivace e perfettamente integrata nel tessuto cittadino.
Una scelta avvenuta prima dell’estate e della tragedia del crollo del Ponte Morandi, e che viene oggi confermata, nell’intenzione di lanciare un messaggio positivo, di fiducia.

“La città ferita non si arrende e guarda al futuro, consapevole della sua lunga e proficua storia di incontro e dialogo”, dichiara Noemi Di Segni, presidente dell’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane. “Una città che, dopo le drammatiche vicende di questa estate, è sempre più al centro dei nostri pensieri e soprattutto dei nostri impegni concreti”.

La Giornata Europea della Cultura Ebraica gode del Patrocinio del Ministero dei Beni, delle Attività Culturali e del Turismo, del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, del Dipartimento per le Politiche Europee della Presidenza del Consiglio dei Ministri, dell’Associazione Nazionale Comuni Italiani. E’ inoltre riconosciuta dal Consiglio d’Europa.

Queste le ottantasette località, divise per Regione, che partecipano in Italia:

CALABRIA
: Bova Marina, Cosenza, Crotone, Reggio Calabria, Rende, San Giorgio Morgeto, Santa Maria del Cedro, Zambrone – CAMPANIA: Napoli – EMILIA ROMAGNA: Bertinoro, Bologna, Carpi (Fossoli), Cento, Cesena, Correggio, Cortemaggiore, Ferrara, Finale Emilia, Fiorenzuola d’Arda, Forlì, Lugo di Romagna, Modena, Parma, Reggio Emilia, Soragna – FRIULI VENEZIA GIULIA: Gorizia, Trieste, Udine – LAZIO: Alatri, Fiuggi, Fondi, Roma – LIGURIA: Genova – LOMBARDIA: Bozzolo, Mantova, Milano, Ostiano, Pomponesco, Sabbioneta, Soncino, Viadana – MARCHE: Ancona, Fano, Jesi, Pesaro, Senigallia, Urbino – PIEMONTE: Acqui Terme, Alessandria, Asti, Biella, Carmagnola, Casale Monferrato, Cherasco, Chieri, Cuneo, Ivrea, Moncalvo, Mondovì, Rivalta Bormida, Saluzzo, Torino, Trino Vercellese, Vercelli – PUGLIA: Alberobello, Bari, Lecce, Manduria, San Nicandro Garganico, Taranto – SARDEGNA: Cagliari – SICILIA: Agira, Catania, Palermo, Ragusa (Camarina), Siracusa, Trapani – TOSCANA: Firenze, Livorno, Pisa, Pitigliano, Siena, Viareggio – TRENTINO ALTO ADIGE: Merano – VENETO: Padova, Portobuffolé, Venezia, Verona, Vicenza, Vittorio Veneto

I ventotto Paesi europei che aderiscono sono:
Austria, Belgio, Bosnia Erzegovina, Bulgaria, Croazia, Francia, Georgia, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Olanda, Norvegia, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Repubblica Ceca, Romania, Serbia, Slovenia, Spagna, Svezia, Svizzera, Turchia, Ungheria

Ulteriori materiali per i giornalisti sono disponibili sul sito www.ucei.it/giornatadellacultura
I programmi dei singoli Paesi sono consultabili sul sito www.jewisheritage.org                                                                                                                                       


Per informazioni e contatti:
Unione delle Comunità Ebraiche Italiane
Marco Di Porto / Ufficio stampa UCEI / Giornata Europea della Cultura Ebraica
Tel. +39 06 45542291 – Mob. +39 334 6044802 – Email.
ufficiostampa@ucei.it

Pubblicato in Articoli, Associazioni

Lascia un commento