Memoria del beato Paolo VI

Stampa articolo Stampa articolo

Mercoledì 26 settembre: memoria del beato Paolo VI

Ci sono diversi motivi per valorizzare questa quarta memoria liturgica del beato Paolo VI (fissata nel ricordo della sua nascita terrena nel 1897 a Concesio di Brescia): siamo nell’anno 40° della sua nascita al cielo e, com’è noto, sarà canonizzato la domenica 14 ottobre in Piazza San Pietro, insieme ad Oscar Romero e ad altri Beati. Manca meno di un mese ed è opportuno cominciare a scaldare… il cuore e la mente, per poter accogliere questo dono di rinnovamento spirituale per tutta la Chiesa!

Inoltre, esattamente tra una settimana, il mercoledì 3 ottobre inizierà il Sinodo dei Vescovi sui giovani, la fede e il discernimento vocazionale (una novità la data, di solito si iniziava di domenica!). I Sinodi sono stati istituiti da Paolo VI il 15 settembre 1965. E il 15 settembre scorso, Papa Francesco ha promulgato la Costituzione apostolica sui Sinodi, perché diventino sempre più “segno e strumento” di comunione episcopale e di ascolto del Popolo di Dio.

Clicca e leggi la prima puntata dell’intervista al vescovo Massimo su Paolo VI. La seconda puntata verrà pubblicata su La Libertà del 26 settembre

 

Nel 2014, dopo la beatificazione di Montini-Paolo VI, la Congregazione del Culto ha stabilito che il 26 settembre si possa celebrare come memoria facoltativa (per un beato non si può fare memoria obbligatoria!) nella Diocesi di Brescia, dove è nato, e nella Diocesi di Roma, dove è stato Vescovo e pastore della Chiesa universale per 15 anni (la Diocesi di Milano, dove Montini è stato arcivescovo dal 1955 al 1963, ha ottenuto di poter celebrare Paolo VI il 30 maggio, memoria del giorno della sua prima Messa, in previsione di renderla memoria obbligatoria dopo la canonizzazione, cosa che non si potrà fare nel Calendario romano perché il 26 settembre c’è già la memoria facoltativa peraltro secolare dei Santi fratelli e martiri Cosma e Damiano; ma non dobbiamo stupirci, anche per i Santi Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II, sono state stabilite solo memorie facoltative!). La Congregazione inoltre ha pubblicato solo la Colletta, come si fa per i beati, indicando che le altre orazioni si prendono dal Comune dei Pastori.

Come Ufficio Liturgico, oltre ai testi della Messa (dal Comune dei Pastori, appunto), si mettono a disposizione i testi della Liturgia delle Ore pensati appositamente per la memoria di questo grande Papa. Si trova anche un Rosario meditato con un’omelia di Paolo VI ai giovani nella Messa delle Palme.

LODI

MEMORIA LITURGICA

ROSARIO

VESPRI

 

Pubblicato in Archivio

Lascia un commento