Mercoledì 19 settembre, Rosario con il Vescovo

Stampa articolo Stampa articolo

Alle chiacchiere e alle “lotte” non si risponde rincarando la dose polemica, ma aumentando preghiera e digiuno. Ribadendo l’affetto e la vicinanza spirituale al Papa, il vescovo Massimo, al termine del Pontificale dell’8 settembre in Ghiara, ha pronunciato con forza le parole che qui pubblichiamo.

Per tutte queste ragioni, volendo dare un piccolo esempio, io stesso reciterò il santo Rosario una sera al mese, con tutti i fedeli che vorranno unirsi a me. Ci incontreremo presso la Cappella del Vescovado. Dopo la preghiera, al posto della cena digiunerò insieme a chi vorrà fermarsi: prenderemo un po’ di riso bollito ascoltando delle letture che ci accompagnino nel silenzio. Il costo della cena lo verseremo per gli alluvionati del Kerala. Desidererei che ogni parrocchia, nei limiti del possibile, offrisse per i suoi fedeli qualcosa di simile.
Preghiamo tutti con fiducia filiale nel Signore e con sincero pentimento: “Risparmia Signore il tuo popolo!” Il grido di tutta la Chiesa salga a Dio, ben sapendo che dalla luminosità e dalla trasparenza del Corpo ecclesiale verrà un grande beneficio anche per il cammino di tutti gli uomini nel mondo.

+ Massimo Camisasca

Mercoledì 19 settembre, nella cappellina del vescovado (via Vittorio Veneto 8, Reggio) alle ore 20 con la partecipazione al digiuno, così come proposto da monsignor Camisasca al termine della Messa dell’8 settembre, si tiene il primo Rosario. Sotto le altre date.

  • 17 ottobre
  • 28 novembre
  • 19 dicembre
  • 23 gennaio
  • 20 febbraio
  • 20 marzo
  • 17 aprile
  • 15 maggio

Pubblicato in Articoli, Slide, Vita diocesana

Lascia un commento