Sorge «Il castello dei libri (segreti)» Carpineti ospita realizzazioni artistiche internazionali

Stampa articolo Stampa articolo

Carpineti ospita realizzazioni artistiche internazionali

“Il castello dei libri (segreti)”: questo il titolo dell’iniziativa che ha proposto durante l’estate a Carpineti due workshop – uno per bambini e uno per adulti – e che ora culmina nella mostra ospitata nella Pieve di Sant’Andrea, al Castello. Organizzata dall’associazione ILDE (I Libri de…) con la sua Scuola Itinerante del Libro e con la collaborazione del Gruppo Storico “Il melograno” e il Comune di Carpineti, continua l’itinerario del “Festival del libro d’artista e della piccola edizione” presentato per la sua undicesima edizione a Barcellona in aprile e che a fine settembre (21, 22 e 23 per la precisione) tornerà nella sua versione integrale a Reggio Emilia per la sesta edizione di “Fare Libri”, quest’anno ospitata nel Palazzo dei Musei.

Si tratta di libri oggetto, in copia unica, e di edizioni in cui l’artista pensa non solo al contenuto ma anche alla sua realizzazione in forma di libro, spaziando tra i materiali e le tecniche di riproducibilità: opere inedite che ogni anno l’associazione ILDE riceve da autori dei paesi più diversi che le progettano per dare una propria interpretazione ai temi proposti di anno in anno con il Festival, un’occasione di confronto sul fare artistico e sulla creatività editoriale contemporanea che viene documentata nei volumi della collana edita da “Consulta librieprogetti” dedicata proprio al libro d’artista.
L’ultima uscita, l’undicesima, curata da Elisa Pellacani, affronta il tema del segreto e di come nel libro d’artista una narrazione suggerita e affidata a interpretazioni così diverse avvicini la ricerca sul libro a quella artistica (“Book secret. Il libro d’artista, un mistero”, più lingue, fotografie di Laura Sassi, edizioni Consulta, 2018).

La mostra al Castello presenta dunque una selezione di libri provenienti dal Festival “Book secret” ma anche dai festival precedenti.
In onore di Matilde di Canossa, la mostra propone il lavoro di donne impegnate nella ricerca sul fare libri, che negli anni hanno raccontato, attraverso i loro libri, aspetti della vita quotidiana e affermato, silenziosamente, a volte appunto quasi “segretamente”, sogni e tensioni personali: Eleonora Cumer, Friederun Friederichs, Elisa Pellacani, Lia Rossi, Carlotta Speroni, Giulia Violanti, Pia Wortham; dall’Archivio del Libro di ILDE, Aurélie Pascal, Jim Lorena, Laurie Corral, Heather Allen Hietala, Donna-Lynne Miller, Gisela Oberbeck, María Antonia Sánchez, Ilaria Gradassi, Margarita Mascarò, Sofia Piqueras, Gwen Diehn, Annamaria Giustardi, Marilena Torlai, Loretta Cappanera.
La mostra è ancora visitabile sabato e domenica 8/9 e 15/16 settembre, dalle 10 alle 13 e dalle 16.30 alle 19.30; è possibile richiedere visite guidate su appuntamento, scrivendo a ildebook@gmail.com o telefonando al 333.5260125.

Pubblicato in Articoli, Società & Cultura

Lascia un commento