Gli appuntamenti della settimana a Casina della Summer School

Stampa articolo Stampa articolo

Continuano a pieno ritmo gli appuntamenti con i concerti della “Summer School 2018, corsi di perfezionamento, interpretazione musicale, concerti”, la scuola estiva organizzata dal’Istituto Superiori di Studi Musicali di Reggio Emilia e Castelnovo ne’ Monti “A. Peri – C. Merulo”. A Casina, questa settimana, saranno ben cinque gli eventi in programma, tutti ad ingresso libero e limitato ai posti disponibili.

Si comincia già domani, 4 settembre alle ore 21 al Castello di Sarzano, con José Antonio Domené e Davide Burani con il concerto “Duo di arpe” e le musiche di Thomas, Franck, Caramiello e Salzedo.

Mercoledì 5 settembre saranno ben due gli appuntamenti a Casina: alle ore 18 nel Salone di Casalia, a Paullo di Casina, concerto conclusivo della master class di arpa tenuta da José Antonio Domené; alle ore 21, sempre mercoledì 5, nel Castello di Sarzano, concerto del Gruppo Strumentale di Musica da Camera dell’Istituto con le musiche di Clérisse, Mendelssohn, Beethoven.

José Antonio Domené e Davide Burani

“Fantasie Pizzicate” è il titolo del concerto che Morgana Rudan, arpa, e Roberto Guarnieri, chitarra, eseguiranno giovedì 6 settembre alle ore 21 nel Castello di Sarzano con le musiche di Montsalvage, Sidney, Marchelie e Pujol.

Ultimo appuntamento della settimana a Casina il 9 settembre alle ore 21 nel Centro Convegni del Castello di Sarzano con il concerto conclusivo della master class di tromba tenuta da Marco Toro, Prima Tromba del Teatro alla Scala di Milano.

Marco Toro

Il calendario completo dei concerti è consultabile sul sito peri-merulo.it.

La Summer School rappresenta un progetto formativo che incrementa in modo significativo l’offerta del Peri-Merulo, completando un quadro di attività che abbraccia oggi tutti i dodici mesi dell’anno. Uno sforzo reso possibile dalla scuola mettendo in campo risorse e competenze in uno sforzo corale, grazie anche al sostegno di amministrazioni locali e privati che si dimostrano capaci di una visione illuminata e progettuale della politica culturale, anche in tempi di grandi criticità come sono quelli odierni. A questo contribuiscono i numerosi sponsor del territorio che testimoniano un legame dell’Istituto radicato nella provincia di Reggio, dagli appennini alla pianura passando ovviamente per la città capoluogo: sono Coopservice, Q&O Consulting, Industrial Packaging, Bper Banca, il Rotary Club di Reggio Emilia, il Castello di Sarzano, Reire e Bertani le realtà imprenditoriali che credono nel valore della Summer School. A questi si aggiungono gli enti e amministrazioni che da ormai 7 anni collaborano alla realizzazione di un grande appuntamento con la comunità: Comune di Reggio Emilia, Comune di Castelnovo ne’ Monti, Comune di Scandiano, Comune di Casina, Comune di Ventasso e Fondazione Manodori.

Pubblicato in Articoli, Società & Cultura

Lascia un commento