Summer School 2018: i concerti a Paullo di Casina e Castello di Sarzano

Stampa articolo Stampa articolo

Continuano gli appuntamenti musicali della settimana con gli allievi e docenti dell’Istituto Superiore di Studi Musicali “A. Peri – C. Merulo”.

Venerdì 31 agosto il concerto dei Quartetti d’Archi dell’Istituto aprirà il week end di concerti. Alle ore 21, a Paullo di Casina, nella bellissima cornice della Pieve di San Bartolomeo, i due Quartetti d’Archi dell’Istituto saranno protagonisti di un concerto con musiche di Mozart e Beethoven. Il primo quartetto sarà formato da Joshua Dembech e Eleonora Bulgarelli, violini, Alice Namio, viola e Valentina Zini, violoncello; il secondo da Valentina Benfenati e Martina Ferrari, violini, Angelica Cristofari, viola e Sofia Volpiana, violoncello. Si ringrazia l’Associazione Ust Paullo per la collaborazione alla riuscita dell’evento. Il concerto è ad ingresso libero fino ad esaurimento posti.

Ultimo appuntamento della settimana domenica 2 settembre alle ore 21 al Castello di Sarzano con il concerto della Classe di Canto della professoressa Patrizia Biccirè con musiche di Rossini, Schubert, Pergolesi, Vivaldi, Mozart e Humperdinck. Si esibiranno Arianna Casini, Sofia Mazza, Rita Mediani, Elena Orrù ed Elisa Sandrolini, soprani; Yui Mochizuki, mezzosprano; Danilo Cosa, baritono. Ad accompagnarli al pianoforte Gioacchino Cancemi e Roberto Cancemi. Anche questo concerto è ad ingresso libero fino ad esaurimento posti.

Quello della Summer School è un progetto formativo che incrementa in modo significativo l’offerta del Peri-Merulo, completando un quadro di attività che abbraccia tutti i dodici mesi dell’anno. Uno sforzo reso possibile dalla scuola mettendo in campo risorse e competenze in uno sforzo corale, grazie anche al sostegno di amministrazioni locali e privati che si dimostrano capaci di una visione illuminata e progettuale della politica culturale, anche in tempi di grandi criticità come sono quelli odierni. A questo contribuiscono i numerosi sponsor del territorio che testimoniano un legame dell’Istituto radicato nella provincia di Reggio, dagli appennini alla pianura passando ovviamente per la città capoluogo: sono Coopservice, Q&O Consulting, Industrial Packaging, Bper Banca, il Rotary Club di Reggio Emilia, il Castello di Sarzano, Reire e Bertani le realtà imprenditoriali che credono nel valore della Summer School. A questi si aggiungono gli enti e le amministrazioni che da ormai 7 anni collaborano alla realizzazione di un grande appuntamento per le loro comunità: Comune di Reggio Emilia, Comune di Castelnovo ne’ Monti, Comune di Scandiano, Comune di Casina, Comune di Ventasso e Fondazione Manodori.

Pubblicato in Articoli, Società & Cultura

Lascia un commento