I primi appuntamenti della Summer School a Casina

Stampa articolo Stampa articolo

La Summer School 2018 approda a Casina. Saranno ben tre gli appuntamenti musicali della settimana con gli allievi e docenti dell’Istituto Superiore di Studi Musicali “A. Peri – C. Merulo”. Si comincia mercoledì 29 agosto alle ore 21 nel Centro Convegni del Castello di Sarzano con il concerto di Simone Sgarbanti, pianoforte, e le musiche di Bach, Busoni, Chopin, Scriabin. Il concerto è ad ingresso libero.

Venerdì 31 agosto il concerto dei Quartetti d’Archi dell’Istituto aprirà il lungo week end di concerti. Alle ore 21, a Paullo di Casina, nella bellissima cornice della Pieve di San Bartolomeo, i due Quartetti d’Archi dell’Istituto saranno protagonisti di un concerto con musiche di Mozart e Beethoven. Il primo quartetto sarà formato da Joshua Dembech e Eleonora Bulgarelli, violini, Alice Namio, viola e Valentina Zini, violoncello; il secondo da Valentina Benfenati e Martina Ferrari, violini, Angelica Cristofari, viola e Sofia Volpiana, violoncello. Si ringrazia l’Associazione Ust Paullo per la collaborazione alla riuscita dell’evento. Il concerto è ad ingresso libero fino ad esaurimento posti.

Simone Sgarbanti

Ultimo appuntamento della settimana con il concerto della Classe di Canto della professoressa Patrizia Biccirè con musiche di Rossini, Schubert, Pergolesi, Vivaldi, Mozart e Humperdick. Si esibiranno Arianna Casini, Sofia Mazza, Rita Mediani, Elena Orrù ed Elisa Sandrolini, soprani; Yui Mochizuki, mezzosprano; Danilo Cosa, baritono. Ad accompagnarli al pianoforte Gioacchino Cancemi e Roberto Cancemi. Anche questo concerto è ad ingresso gratuito fino ad esaurimento scorte.

Quello della Summer School è un progetto formativo che incrementa in modo significativo l’offerta del Peri-Merulo, completando un quadro di attività che abbraccia tutti i dodici mesi dell’anno. Uno sforzo reso possibile dalla scuola mettendo in campo risorse e competenze in uno sforzo corale, grazie anche al sostegno di amministrazioni locali e privati che si dimostrano capaci di una visione illuminata e progettuale della politica culturale, anche in tempi di grandi criticità come sono quelli odierni. A questo contribuiscono i numerosi sponsor del territorio che testimoniano un legame dell’Istituto radicato nella provincia di Reggio, dagli appennini alla pianura passando ovviamente per la città capoluogo: sono Coopservice, Q&O Consulting, Industrial Packaging, Bper Banca, il Rotary Club di Reggio Emilia, il Castello di Sarzano, Reire e Bertani le realtà imprenditoriali che credono nel valore della Summer School. A questi si aggiungono gli enti e le amministrazioni che da ormai 7 anni collaborano alla realizzazione di un grande appuntamento per le loro comunità: Comune di Reggio Emilia, Comune di Castelnovo ne’ Monti, Comune di Scandiano, Comune di Casina, Comune di Ventasso e Fondazione Manodori.

Pubblicato in Articoli, Società & Cultura

Lascia un commento