Il vescovo Camisasca dimesso dall’ospedale

Stampa articolo Stampa articolo

Il vescovo Massimo è stato dimesso nel primo pomeriggio di martedì 14 agosto dal Reparto Malattie infettive dell’Arcispedale Santa Maria Nuova di Reggio Emilia, dove era stato ricoverato dopo il passaggio al Pronto Soccorso e all’O.B.I. (Osservazione Breve Intensiva) di giovedì sera.

Il Vescovo infatti era stato colto da malore, un serio attacco febbrile, giovedì 9 agosto alle 18 mentre si trovava a Giandeto (Casina, Reggio Emilia) per un periodo di riposo; impressionato, aveva chiesto subito di essere trasportato in ambulanza a Reggio Emilia.

Il Vescovo, che ora inizia un periodo di convalescenza, è molto grato al personale medico e paramedico dell’Ospedale per le cure ricevute. Monsignor Camisasca manifesta anche la sua profonda gratitudine a tutti coloro che gli hanno espresso la loro vicinanza e le loro preghiere.

A Dio piacendo riprenderà il suo ministero pubblico domenica 2 settembre, presiedendo a Marola (Carpineti, Reggio Emilia) la celebrazione della santa Messa a conclusione del pellegrinaggio dei giovani “Il Cammino di Rolando” (che parte il giorno precedente dalla Pieve di San Valentino, santuario del Beato Rivi).

Pubblicato in Articoli, Slide, Vita diocesana

Lascia un commento