Al Centro Sportivo è boom: gli iscritti sono oltre 52mila

Stampa articolo Stampa articolo

Bilanci e rilanci con il direttore tecnico Giovanni Codazzi

Conferma numeri da record il Csi di Reggio Emilia, ora presieduto da Alessandro Munarini e diretto a livello tecnico e organizzativo da Giovanni Codazzi: oltre 52 mila tesserati fra le varie discipline che fanno parte della galassia del Centro Sportivo provinciale.
Così il Csi apre una nuova stagione, quella 2018/2019, all’insegna delle novità, prima tra tutte la creazione di un nuovo campo in erba sintetica in via Agosti, adibito al calcio a 7, ai giovani e alle attività invernali, quando il tempo non permette di praticare i campi in erba. Il 9 luglio scorso, tra l’altro, si sono aperte le iscrizioni e i tesseramenti per tutti i campionati della prossima stagione, che prenderanno il via subito dopo l’estate, dopo che il podismo in Appennino, l’atletica leggera e la 67a edizione del Torneo della Montagna Autostile Cup, avranno completato il panorama sportivo di questa appassionante stagione targata Csi.
è proprio il direttore tecnico Giovanni Codazzi a parlarci di tutto questo, partendo proprio da un bilancio sull’anno che si è ormai praticamente concluso, in termini sportivi ovviamente, con il sipario ancora aperto sul Torneo della Montagna e sul podismo in Appennino. Ora, quindi, è già tempo di proiettarsi con la mente verso la nuova stagione e verso le tante novità che il Centro Sportivo sta per proporre alla cittadinanza reggiana.

Codazzi, può stilare un breve bilancio sulla stagione del Csi che si sta chiudendo con gli ultimi eventi, per poi introdurci magari le novità salienti della prossima annata sportiva, visto che il 9 luglio si sono aperte le iscrizioni per le nuove attività?
La stagione scorsa si è chiusa molto bene. Il Centro Sportivo provinciale ha confermato i numeri dell’anno precedente dal punto di vista del tesseramento, quindi siamo di nuovo sopra ai 50mila iscritti; anzi siamo leggermente oltre i 52mila tesserati. Sia l’attività giovanile che quella Open di squadra hanno dato risultati eccellenti e si sono chiuse nel migliore dei modi, con le ultime finali che si sono giocate allo stadio Fratelli Campari di Bagnolo in Piano. Attualmente, a livello di attività, abbiamo ancora in corso il campionato su pista di atletica leggera del quale, proprio nei giorni scorsi, c’è stato un importante meeting regionale a Castelnovo Monti; inoltre ci stiamo addentrando nel cuore del Circuito Podistico della Montagna che raccoglie sempre grandi consensi, con oltre 150 persone in gara ogni settimana, lungo i percorsi del nostro magnifico Appennino.

E parlando di appuntamenti in Appennino non si può non menzionare il Torneo della Montagna Autostile Cup, già lanciato verso la finale…
Il Torneo della Montagna Autostile Cup, giunto alla 67a edizione, quest’anno sta procedendo molto bene sotto tutti gli aspetti. Non ci sono stati infatti grandi problemi e questo ci fa particolarmente piacere, anche perché in questa nuova edizione abbiamo introdotto alcuni cambiamenti dal punto di vista del regolamento e quindi le società hanno dovuto leggermente modificare il loro approccio, ma i risultati direi che si siano visti; nei giorni scorsi, infatti, si sono conclusi i gironi con gare davvero appassionanti e una situazione tirata fino all’ultima giornata, a conferma del fatto che la formula proposta è risultata vincente.

Il torneo della Montagna vola verso la finale e ora se ne vedranno delle belle…
Gli spareggi hanno dato il via alla fase finale di questo appassionante “Montagna”. Colgo l’occasione per ringraziare il main sponsor Autostile e lo sponsor tecnico Errea che ci accompagnano in questa 67a edizione del torneo di calcio più bello dell’estate e… che vince il migliore.

Continua a leggere l’intervista completa a Giovanni Codazzi su La Libertà del 25 luglio

Pubblicato in Articoli, Associazioni

Lascia un commento