Canti «made in Reggio» per il Papa

Stampa articolo Stampa articolo

L’inno ufficiale e i brani della Messa scritti dall’IDML

Occuperà circa 24 ore filate a Roma, tra sabato 11 e domenica 12 agosto, l’incontro dei giovani italiani con papa Francesco, intitolato “Siamo Qui!”, in preparazione al Sinodo di ottobre. I momenti più forti? Una notte bianca per le chiese della Città eterna (aperte per la riflessione, l’adorazione e le confessioni), preghiera e tanta festa. Il primo giorno, a partire dalle 13, i partecipanti confluiranno al Circo Massimo, dove alle 16.30 saranno coinvolti dai “The Sun”; alle 18.30 arriverà il Papa e mezz’ora dopo comincerà la veglia di preghiera. Dopo la cena, la serata proseguirà a suon di musica per poi sfociare nella notte bianca dello spirito. Domenica mattina i giovani saranno tutti in piazza San Pietro per la Messa che Bergoglio presiederà alle 9.30 e per la recita dell’Angelus a conclusione dell’evento.
Reggiana la colonna sonora che accompagnerà il raduno, a partire dall’inno ufficiale “Proteggi il mio cammino”, scaricabile in versione audio mp3 e come spartito in pdf dal sito www.laliberta.info.
Il testo (che pubblichiamo) è un’invocazione di protezione sui pellegrini, intendendo tutti coloro che attraversano la vita e cercano di dirigere al meglio i propri passi. L’inno è un po’ la punta dell’iceberg di una fervente attività compositiva che ha visto nascere nei mesi scorsi anche le parti della nuova Messa – con “Signore pietà”, “Gloria”, “Salmo responsoriale”, “Alleluia”, “Santo”, “Anamnesi”, “Dossologia” e “Agnello di Dio” – e due nuovi canti ispirati ai temi del Sinodo, “L’ora decima” e “Dove abiti”. Il lavoro di scrittura dei testi, di composizione e di arrangiamento è un progetto a più mani a cui hanno partecipato il reggiano monsignor Daniele Gianotti, vescovo di Crema, Francesco Lombardi, Theo Spagna e Giovanni Mareggini, che dirigerà cori e orchestra anche a Roma. Tutto si è sviluppato in seno al nostro Istituto di Musica Liturgia “Don Luigi Guglielmi” con l’impegno diretto di tanti docenti e allievi della scuola e del Coro Diocesano, come anticipato da La Libertà il 14 febbraio scorso. Dopo quasi sei mesi, torniamo a fare il punto con il direttore dell’IDML.

Allora Mareggini, tutto pronto per Roma?
L’opera di scrittura è terminata, ma IDML e Coro Diocesano di Reggio stanno lavorando alacremente per curare gli ultimi dettagli della composizione e dell’animazione musicale che la Cei e il Vaticano hanno loro affidato per l’11 e il 12 agosto. Quest’anno le ferie salteranno…

Come sono nati i nuovi brani, tra l’inno e gli altri canti?
Si tratta di un lavoro complessivo – di cui l’inno rappresenta solo la parte più evidente – ispirato al tema della chiamata e della sequela di Cristo, che chiede a ognuno di mettersi in cammino con Lui e ci indica il movimento come unico atteggiamento possibile per il cristiano, soprattutto per un giovane.

Continua a leggere l’intervista di Edoardo Tincani a Giovanni Mareggini su La Libertà del 25 luglio

 

Pubblicato in Articoli, Slide, Vita diocesana

Lascia un commento