Temi sensibili, nasce l’Osservatorio parlamentare «Vera Lex»

Stampa articolo Stampa articolo

Nasce l’Osservatorio sull’attività parlamentare “Vera Lex”, per raccogliere l’appello del cardinale Gualtiero Bassetti, presidente dei vescovi italiani, offrendo un impegno a partire dalla parte migliore della nostra esperienza parlamentare, per proporla ad altri, parlamentari e non, che ne fossero interessati.
L’iniziativa è stata presentata alla Camera dei Deputati, in parte da ex-parlamentari e in parte, ma più piccola, da eletti, come Paola Binetti, Stefano De Lillo, Maria Pia Garavaglia, Fabio Gava, Gianluigi Gigli, Benedetto Fucci, Mario Mauro, Domenico Menorello, Giorgio Merlo, Antonio Palmieri, Alessandro Pagano, Massimo Polledri, Eugenia Roccella e Maurizio Sacconi.
Il coordinamento è stato affidato a Domenico Menorello.

“Abbiamo direttamente sperimentato la più interessante qualità dei lavori delle Camere quando il confronto ha preso coscienza e discusso l’idea di uomo che generava le singole proposte. Infatti, una legge porta sempre in sé un Dna culturale e deriva da una matrice antropologica, che troppo spesso è invece offuscata e nascosta da alibi economici o imprigionata dal politically correct imposto dai media”, spiegano i proponenti.
“In questa domanda di verità, le differenze sono diventate curiosità reciproca, come dimostra il fatto che l’essere cattolici di molti di noi ha generato rapporti veri anche con altre esperienze cui significativamente appartengono non pochi dei promotori dell’iniziativa odierna”.

 

Leggi tutto l’articolo di Luigi Bottazzi su La Libertà dell’11 luglio

Pubblicato in Articoli, Società & Cultura

Lascia un commento