Calcio a 11, campionati Open del CSI: il Sutura bissa lo scudetto provinciale

Stampa articolo Stampa articolo

Da La Libertà dell’11 luglio

Tempo di finali anche per i campionati Open a 11 del Centro Sportivo di Reggio Emilia, che giovedì 28 giugno hanno terminato la loro lunga e appassionante stagione con due finali davvero emozionanti.

LA FINALE OPEN B
Allo stadio Fratelli Campari di Bagnolo in Piano si sono svolte infatti le finali Open A e Open B; nella serie cadetta il Sanva 14 ha sfidato i campioni del Fontanaluccia in una partita che sin dalle prime battute si è rivelata frizzante, con affondi sia da una parte che dall’altra.
Il primo sussulto si è avuto intorno al 10’ del primo tempo a causa di un’autorete del Fontanaluccia, che ha regalato il vantaggio ai ragazzi di Gherardi che, malgrado questo, hanno continuato ad attaccare arrivando al raddoppio con Alessio Paradiso. In chiusura di frazione però la compagine appenninica ha accorciato le distanze con Alessandro Ginanneschi, che ha così fissato il punteggio finale.

Nel secondo tempo, complice anche un calo di entrambe le squadre e nonostante qualche spunto in più del Fontanaluccia, la gara è calata di livello e il Sanva 14 si è così aggiudicato il 1° titolo della sua storia. Onore anche al Fontanaluccia, che ha disputato un fantastico torneo.
La formazione del Sanva 14, vincitrice del campionato Open B.

LA FINALE OPEN A
Puntuale alle 21.45 ha avuto inizio la finalissima di Open A tra i campioni del P.S. Sutura, freschi vincitori della Coppa Csi, e la corazzata Povigliese.
La gara però ha forse deluso le attese: le squadre, infatti, sembravano più preoccupate di “non prenderle” piuttosto che di “darle”. Così, nonostante il tasso tecnico elevato dei giocatori in campo, la partita è stata priva di grandi occasioni, eccezion fatta per un gol annullato alla Povigliese per fuorigioco, ma poi nient’altro di fatto… tant’è che le due contendenti si sono ritrovate costrette a giocarsi lo scudetto del calcio a 11 Open A del Centro Sportivo Italiano alla lotteria-rigori, che ha premiato ancora una volta i ragazzi del Sutura.
Mister Riva e compagni hanno così potuto alzare il massimo trofeo per il secondo anno consecutivo, confermandosi come la squadra da battere.
La formazione del Sutura che si è imposta ai rigori nella finale del campionato Open A.

Ottima l’annata della Povigliese di mister Galloni, che ha ceduto solamente sul finale, dopo essere stata effettivamente per gran parte dell’anno in vetta alla classifica.

Pubblicato in Articoli, Associazioni

Lascia un commento