Le famiglie e «Le Giare di Cana»

Stampa articolo Stampa articolo

Una casa ove s’impara a costruire un «noi» sulla Roccia

“Vivere la comunione di vita cristiana diventa per noi una urgenza, è una responsabilità”: questo è l’invito che è stato rivolto al nostro cuore e lo spirito con cui nasce, tre anni fa, questo cammino chiamato Le Giare di Cana: esso cresce nel desiderio di vivere pienamente la nostra vocazione di sposi cercando di condividerla anche con i fidanzati che si interrogano su di essa e ne vogliono capire profondamente il significato per la propria vita (si vedano anche le testimonianze riportate sotto).

Papa Francesco ha dato voce, parlando recentemente alle associazioni familiari, dell’importanza della preparazione al matrimonio, a quella che desidera essere la nostra impostazione: “Preparare al matrimonio: sì, ci vogliono delle conferenze, delle cose che si spiegano, ma ci vogliono uomini e donne, amici, che parlino a loro e li aiutino a maturare, a maturare nel cammino. E possiamo dire che oggi c’è bisogno di un catecumenato per il matrimonio, come c’è un catecumenato per il Battesimo. Preparare, aiutare a prepararsi al matrimonio”.

Continua a leggere tutto l’articolo di Francesca e Anna su La Libertà del 27 giugno

Pubblicato in Articoli, Vita diocesana

Lascia un commento