Concerto di San Giovanni Battista…al femminile

Stampa articolo Stampa articolo
La nuova tappa della XIV edizione di Soli Deo Gloria. Organi, Suoni e Voci della Città sarà nella Chiesa di San Giovanni Battista, più conosciuta come Battistero, in Piazza Prampolini a Reggio Emilia
 
Il programma Musica pensiero di Donna, proporrà tutti brani di musica sacra composti da donne. La maggior parte di esse sono appartenenti al periodo compreso fra la fine del Cinquecento e il primo Seicento italiano, un paio sono invece autrici contemporanee attualmente viventi. I brani alterneranno organici differenti: mottetti a due voci sole e basso continuo, ensemble misto a cappella e con basso continuo, ensemble femminile a cappella e con basso continuo.
 
Il concerto, che si terrà  alle ore 21 di Sabato 23 giugno 2018, vigilia appunto di San Giovanni Battista, sarà dedicato alla memoria di Patricia Adkins Chiti, musicologa inglese e cantante, scomparsa pochi giorni or sono, il 12 giugno scorso.
 
Patricia Adkins Chiti è stata fondatrice e Presidente della Fondazione Adkins Chiti – Donne in Musica, ente che promuove e sostiene compositrici e creatrici di musica di ogni nazionalità attraverso una propria rete di 27.000 autrici, esecutrici, didatte, musicologhe e ricercatrici in 113 Paesi tramite concerti, commissioni di lavori nuovi, e grandi eventi in luoghi importanti con le musiche di donne del passato e del presente. 
 
La serata reggiana è resa possibile grazie alla oramai consolidata collaborazione fra Soli Deo Gloria e EWMD European Women’s Management Development.
 
Alessandra Artifoni organo
 
Viscantus ensemble vocale
 
Silvia Vajente direttore (nella foto)
 
 
 
Ingresso libero e limitato ai posti disponibili
 
Programma:
Caterina Assandra
(Pavia?, circa 1590 – Lomello, dopo il 1618 )
Duo seraphim, ensemble femminile e bc
Sulpitia Cesis
(Modena, 1577 – ?, circa 1619)
Maria Magdalena, bicinium a cappella
Raphaella Aleotti
(Ferrara, circa 1570 – dopo il 1646)
Miserere mei Deus, ensemble misto a cappella
Maria Xaveria Peruchona
(1652? – 1709?)
O superbi mundi machina, ensemble femminile e bc
(Alice Testi, I solo, Lala Marelli II solo, Cristina Lucci, III solo)
Raffaella Aleotti
Se del tuo corpo, ensemble misto a cappella
Lucrezia Orsina Vizzana
(Bologna, 1590 – ivi, 1662)
O invictissimae, a due voci sole e bc
(Teresa Parigi, Alice Testi)
Caterina Assandra
Audite caeli, ensemble misto e bc
Lucrezia Orsina Vizzana
Amo te Christum, a due voci sole e bc
(Teresa Parigi, Cristina Lucci)
Caterina Assandra
O dulcis amor, ensemble misto e bc
Chiara Margarita Cozzolani
(Milano, 1602 – ivi, 1676 o 1678)
Ave mater dilectissima, a due voci sole e bc
(Giulia Peruzzi, Roberto Locci)
Caterina Assandra
Sancta et immaculata, ensemble misto a cappella
Biancamaria Furgeri
(Rovigo, 1935)
Rosa rorans, ensemble femminile a cappella
Chiara Margarita Cozzolani
O gloriosa domina, ensemble misto a bc
(Giulia Peruzzi I solo, Cristina Lucci II solo)
Eva Ugalde
(San Sebastián, Guipúzcoa [Spagna], 1973)
Ave maris stella, ensemble femminile a cappella
Isabella Leonarda
(Novara, 1620 – ivi, 1704)
Ave regina caelorum, ensemble misto a bc
Le interpreti
Viscantus ensemble, di Arezzo, nasce dall’evoluzione di
percorsi didattici sperimentali del M° Silvia Vajente.
Nel 2016 si struttura come gruppo stabile sviluppando la
propria attività, raffinando vocalità e repertorio.
Nei programmi da concerto spesso si alternano brani solistici
ad altri d’insieme, con organici polifonici pari o misti.
Particolare attenzione nel proprio repertorio hanno le
composizioni di autrici donne, dall’antico al contemporaneo.
L’ensemble è composto da Annalisa Cini, Cristina Lucci, Lala Marelli, Serena Meloni,
Cinzia Parigi, Teresa Parigi, Giulia Peruzzi, Ilaria Sorini,
Alice Testi, Tullio Casi, Roberto Locci, Claudio Sarrini,
David Sciacca, Federico Tonioni, Andrea Vajente
 
Silvia Vajente
Musicista eclettica.
Soprano, brillantemente diplomata in canto lirico presso il
Conservatorio Martini di Bologna, in piena attività
concertistica di livello internazionale; laureata a pieni voti
con lode in musicologia presso la facoltà di musicologia –
Scuola di Paleografia e Filologia Musicale di Cremona
(Università di Pavia) con tesi in Critica ed estetica della musica
su “La Resurrezione” di G. F. Haendel; diplomata in oboe, e attiva
anche come oboista professionista fino al 2000 (ha contratto
collaborazioni professionali con Orchestra Regionale Toscana,
Accademia di Santa Cecilia, Orchestra Sinfonica Toscanini,
Orchestra sinfonica di Savona, Teatro lirico di Cagliari,
Orchestra Verdi di Milano ecc. sotto la direzione di grandi
direttori come Z. Metha, Sawallisch, Tate..); diplomata in
direzione di coro presso la Scuola superiore per direttori di coro
della Fondazione Guido d’Arezzo.
Affianca da anni alla sua personale carriera solistica quella
didattica.
Ha insegnato per 10 anni canto lirico presso l’Istituto di
musica di Montepulciano, attualmente presso D.I.M.A. ad Arezzo
e dall’A.A. 2017-18 è docente del triennio di canto presso Casa
della Musica di Arezzo – Scuola di Musica di Fiesole.
Da tre anni è docente di tecnica vocale alla Scuola superiore per
direttori di coro della Fondazione Guido d’Arezzo.
Fondatrice e direttore di Viscantus ensemble vocale di
Arezzo; direttore de I Cantori del Borgo di Sansepolcro.
Lavora anche come vocalista di cori polifonici.
È ideatrice e conduttrice insieme alla collega S. Martini di
Recicanto, laboratorio sperimentale sull’Opera per bambini e
adulti.
 
Pubblicato in Archivio

Lascia un commento