Cammino Samuel: «Fate della vostra vita un inno»

Stampa articolo Stampa articolo

Note sull’itinerario vocazionale per giovani

Achiusura del cammino vocazionale “Samuel” di quest’anno per giovani delle scuole superiori, desideriamo condividere alcune parole che ci siamo scambiati come augurio e affidamento al Signore.
“Perché i primi ‘sì’ che in questi anni abbiamo pronunciato camminando con voi nel gruppo Samuel portino frutto in un dono sempre più generoso di noi stessi a Gloria di Dio Padre”.
Con queste e altre parole, noi ragazzi di quinta superiore abbiamo concluso il cammino che, come da tradizione, culmina in una preghiera/dialogo in cui i più grandi affidano, nella condivisione, quanto il Signore ha suscitato lungo il percorso.

I nostri incontri del venerdì in seminario si concludevano sempre con parole significative: “Spirito di santità, luce al cammino della Chiesa ed al nostro cammino, guidami sulla via della Vita. Illumina la mia mente perché veda la Verità, riscalda il mio cuore perché viva la Carità, rafforza la mia volontà perché abbia il coraggio di camminare sempre in Te”.
Nella nostra vita il Signore ci chiama a fare qualcosa di grande e di bello, qualcosa che possa lasciare un segno del nostro passaggio. I segni raccontano la nostra storia e la nostra identità, ci ricordano chi siamo, da dove veniamo e verso quale metà siamo diretti.
Abbiamo deciso di lasciare come dono ai ragazzi “Samuel” un segnalibro, che può essere pensato simbolicamente come uno strumento per segnare, e quindi per ricordare, i momenti più importanti della nostra vita, le scelte che abbiamo fatto, i nodi che abbiamo allacciato, i sì che abbiamo pronunciato.

Continua a leggere tutto l’articolo dei «Samuel» di quinta superiore su La Libertà del 13 giugno

Pubblicato in Articoli, Vita diocesana

Lascia un commento