Palamares d’eccezione per i ragazzi dell’istituto Vladimiro Spallanzani

Stampa articolo Stampa articolo

Si è chiuso un anno scolastico davvero eccezionale per gli studenti (245) dell’’Istituto Vladimiro Spallanzani, cui fanno capo una scuola elementare e media paritaria a S. Antonino di Casalgrande e una scuola media paritaria a Sassuolo.

Gestito dalla cooperativa sociale Don Gianfranco Magnani (nata 42 anni fa), l’Istituto ha infatti registrato una serie di brillanti risultati dei propri studenti in alcune delle più importanti competizioni internazionali riguardanti la matematica, i giochi logici e la conoscenza della lingua inglese.

Nel  palmares del “Vladimiro Spallanzani” spiccano le affermazioni ai Giochi Matematici del Mediterraneo riservati  agli allievi delle scuole primarie (limitatamente alle classi 3°, 4°, e 5°) e medie e superiori (limitatamente alle classi del biennio, che ai blocchi di partenza ha visto oltre 100.000 ragazzi provenienti da diversi Paesi. Nella fase regionale dei Giochi riservata alle classi quarte della scuola primaria, Ludovico De Pasquale si è aggiudicato il primo premio assoluto, affiancato sul podio al terzo posto dalla compagna di studi Elena Abello.

Nella stessa fase regionale, Riccardo Ridon si è classificato al secondo posto nella competizione per le classi terze delle elementari, giungendo poi al 50° posto nella fase finale tenutasi a Palermo.

Ancora la matematica in primo piano, poi, per le affermazioni di Elena Basolu (quarta elementare), Simone Montorsi (quinta elementare) e Valentina Corradini (in prima media a Sassuolo), giunti tutti in semifinale nelle rispettive categorie del  “Kangourou della Matematica” 2018, gara nazionale organizzata dall’università degli studi di Milano alla quale partecipano gli alunni “più bravi” in matematica di tutta Italia.

Gli esiti non sono ancora noti, ma appare probabile che a fine settembre, a Cervia, l’Istituto Vladimiro Spallanzani sia presente anche alla fase finale.

Tra successi individuali e di squadra, il 2018 ha poi riservato le affermazioni della seconda media di S. Antonino di Casalgrande, giunta  sesta al “Rally transalpino della matematica” organizzato dall’Università di Parma (100 classi in competizione)e il primo posto alla squadra dell’Istituto (composta da Filippo Canovi, Veronica Cassinadri, Eric Contri e Giulio Manelli)  alla fase provinciale di campionati studenteschi di giochi logici organizzati da Tetrapyramis.

A livello internazionale, infine, spicca la qualificazione di tutte e tre le classi dell’Istituto sopra la media regionale e nazionale al “The Big Challenge”, gara online d’inglese per studenti delle scuole medie, cui hanno partecipato oltre 630.000 studenti europei. A livello individuale, la studentessa Nicole Andrisano si è aggiudicata il primo posto a livello regionale (16.ma a livello nazionale), Valentina Corradini è giunta terza in regione e nona a livello nazionale e Riccardo Fornari si è piazzato nono in regione e al 42° posto in Italia.

“Questi risultati  – sottolinea il presidente della Cooperativa sociale “Don Magnani”, Aldo Orboni – sono l’esito di una impostazione che le nostre scuole hanno fin dalla loro fondazione: l’attenzione all’alunno nella sua specificità, che riguarda sia quello con difficoltà di apprendimento, sia quello che va forte. È la didattica, nelle nostre scuole, che si piega alle esigenze di ogni alunno e non viceversa”.

Il prof. Giuliano Romoli, direttore dell’Istituto, sottolinea poi che “nelle scuole sono in atto importanti innovazioni dei metodi di insegnamento, che sempre più si discostano dalla canonica lezione ex cathedra per intraprendere le strade della didattica personalizzata, laboratoriale e interdisciplinare”. “I successi ottenuti – conclude Romoli – sono da mettere in relazione soprattutto a queste nuove modalità di approccio alla conoscenza”.

Pubblicato in Articoli, Società & Cultura

Lascia un commento