“La sfida della vita”, riflessioni sul potere della relazione

Stampa articolo Stampa articolo

Venerdì 1° giugno, alle ore 9,30, presso il teatro comunale di Ciano, la Cooperativa Sociale Laboratorio Lesignola Onlus ha tenuto l’incontro “La sfida della vita”, con riflessioni sul potere della relazione. Nel corso della mattinata sono intervenuti: il vice-sindaco di Canossa Loredana Viani, che ha concesso all’iniziativa il patrocinio del Comune, il presidente di Lesignola Carminio Gambacorta, lo psicosocioanalista Giuseppe Varchetta, gli educatori della comunità e la compagnia teatrale Barnaut. Inoltre, lo scultore Graziano Pompili ha donato una propria opera alla comunità.
È seguito un momento conviviale presso il centro diurno a Selva di Canossa.
Queste le parole del presidente Carminio Gambacorta: “Con questo convegno abbiamo voluto dare continuità all’evento dello scorso anno, trattando un tema molto delicato come quello della relazione. In questo senso, l’intervento del Professor Varchetta è stato ancora una volta di grande spessore. In più, quest’anno abbiamo avuto la possibilità di coinvolgere la compagnia teatrale Barnaut che, trattando il tema della relazione in modo ‘divertente’, ha intrattenuto tutti i presenti, che voglio ringraziare. Così come voglio ringraziare Graziano Pompili per il suo splendido dono alla comunità”.
Il Laboratorio Lesignola onlus è una cooperativa sociale che ha sede sulle colline reggiane e comprende la comunità educativa residenziale per minori “Ippocampo”, e un centro diurno che ospita attività educative per i ragazzi della comunità, per gli studenti delle scuole vicine e campi estivi.

Le attività educative che mette in campo si distinguono per una specificità: la relazione con l’animale, che diventa “terapeuta accogliente” e favorisce nel ragazzo lo sviluppo dell’empatia verso il prossimo, la propria autostima e la consapevolezza delle proprie emozioni.
Occuparsi delle persone, della natura e degli animali aiuta a crescere aumentando il benessere di tutti: questa è la mission di un’equipe composta da Carminio Gambacorta, presidente, educatore e veterinario, e Marta Ferretti, psicologa e psicoterapeuta, e i tanti educatori che dal 2006 lavorano con ragazzi dalle storiedifficili.
Per favorire l’inserimento lavorativo dei giovani ospiti nel 2017 è stata creata l’azienda agricola che hainiziato a produrre pasta e pane fatti con farina ricavata dal frumento dei propri campi e di gelato artigianale derivato da frutti antichi impiantati nella terra di proprietà di Lesignola.
Sempre dal 2017 presso il centro diurno di Selva due mattine alla settimana si svolge il progetto “Animali nello zaino”, che si colloca all’interno di un piano nazionale per la prevenzione della dispersione scolastica e affronta alcune materie, selezionate in coordinamento con il corpo docenti, con un approccio pratico ed esperienziale, potenziando così le competenze trasversali e supportando la crescita personale.

Pubblicato in Articoli, Associazioni

Lascia un commento