Il Vescovo rinnova il Consiglio Episcopale, la Diocesi cambia i suoi Vicariati

Stampa articolo Stampa articolo

Nell’ultima assemblea generale del presbiterio, tenutasi presso l’Oratorio “Don Bosco” di Santa Croce, il vescovo di Reggio Emilia-Guastalla Massimo Camisasca ha reso noto il contenuto del decreto con cui ha provveduto a rinnovare il Consiglio Episcopale; l’organo di governo era infatti giunto a scadenza dopo sei anni. I nuovi Vicari episcopali 2018-2023 entreranno in carica dal prossimo 1° settembre.

Monsignor Camisasca ha ringraziato i Vicari uscenti – monsignor Francesco Marmiroli, don Romano Zanni e don Edoardo Ruina – e riconfermato monsignor Alberto Nicelli Vicario generale, don Giovanni Rossi e don Daniele Moretto; nuovi gli ingressi di don Pietro Adani e don Alessandro Ravazzini, ai quali il Vescovo ha associato don Paolo Crotti, suo delegato per il Consiglio Presbiterale, e il Vicario giudiziale monsignor Carlo Pasotti.

Competenze dei Vicari episcopali

  • Monsignor Alberto Nicelli, Vicario Generale e Moderatore di Curia; Delegato per la vita e la formazione permanente dei Presbiteri; sovraintende a Cancelleria, Ufficio Matrimoni e Tribunale Ecclesiastico e Cause dei Santi, Economato, Servizio di Coordinamento Legale –Tecnico-Amministrativo, Ufficio Beni Culturali-Nuova edilizia di Culto e Museo Diocesano, Archivio diocesano, Ufficio Statistiche, Centro diocesano per le Comunicazioni sociali, Servizio per la promozione del sostegno economico alla Chiesa.
  • Don Pietro Adani, Vicario episcopale per il coordinamento degli Uffici pastorali Diocesani e Delegato episcopale per il Consiglio pastorale diocesano. Sovraintende a Ufficio Liturgico, Ufficio Catechistico, Servizio per l’Apostolato Biblico e per il Catecumenato, Servizio di Pastorale Giovanile,            Servizio diocesano Vocazioni, Servizio di Pastorale Scolastica, Servizio di Pastorale universitaria, Ufficio di Pastorale Familiare, Caritas diocesana, Centro Missionario diocesano, Ufficio per la Pastorale sociale e del lavoro, Ufficio Migrantes, Ufficio per la Pastorale della salute.
  • Don Daniele Moretto, Vicario episcopale per la formazione, per il Diaconato e per i Ministeri. Sovraintende alla Scuola Teologica Diocesana (STD), alle Scuole di Formazione Teologica nel territorio (SFT) e al Servizio diocesano per l’Insegnamento della Religione Cattolica (IRC). Si occupa della vita e della formazione dei Diaconi permanenti, di accompagnare aspiranti e candidati al Diaconato, di coordinare le attività del Consiglio Diaconale diocesano. Inoltre cura la formazione dei Ministri istituiti (Lettori e Accoliti) e dei Ministri straordinari della Santa Comunione.
  • Don Alessandro Ravazzini, Vicario episcopale per la Vita Consacrata (Monasteri, Istituti religiosi e secolari).
  • Don Giovanni Rossi, Vicario episcopale per i movimenti, le associazioni e le aggregazioni laicali (Azione Cattolica, Movimenti ecclesiali, Associazioni e Aggregazioni laicali; Ecumenismo e dialogo interreligioso).
  • Monsignor Carlo Pasotti, Vicario giudiziale.
  • Don Paolo Crotti, Delegato episcopale per il Consiglio Presbiterale Diocesano

 

Vicariati

Nella stessa assemblea il Vicario generale ha relazionato poi sull’assetto dei Vicariati diocesani, che vengono portati da 11 a 5: il Vicariato urbano annette Cadelbosco arrivando a contare 14 unità pastorali, lo stesso numero che assommeranno il Vicariato della Pianura (Correggio e Guastalla con l’ingresso di Castelnovo Sotto e Poviglio) e quello della Valle del Secchia (Scandiano e Sassuolo con l’aggiunta di Albinea); l’unico Vicariato della Montagna sarà formato da 11 unità pastorali e infine il Vicariato della Val d’Enza da 8. In totale, tra sdoppiamenti e accorpamenti, le unità pastorali diocesane sono attualmente 61. Il loro elenco, suddiviso in base ai nuovi vicariati, viene fornito in allegato.

Composizione nuovi Vicariati allegato al decreto

Composizione nuovi Vicariati allegato al decreto-2

Pubblicato in Articoli, Slide, Vita diocesana

Lascia un commento