Grassano in festa per Sant’Antonio da Padova

Stampa articolo Stampa articolo

Domenica 10 giugno a Grassano di S. Polo d’Enza, in località Borsea, si svolge la tradizionale festa di S. Antonio di Padova, compatrono della parrocchia. Sulla strada che dal paese porta alla frazione collinare, sorge una piccola chiesetta sul luogo dove la tradizione popolare vuole che il Santo abbia sostato.

Secondo la tradizione il Santo, ospite del convento francescano di Montefalcone a San Polo,  passò dalla frazione di Borsea in direzione del castello di Canossa. Nella borgata sampolese Antonio avrebbe lasciato un così vivo ricordo che appresa la notizia della sua morte e della canonizzazione, si sarebbe costruita una cappella per perpetuarne questo ricordo. L’edificio primitivo (forse risalente ai primi anni del XIV sec.), di cui però si conosce molto poco, venne completamente ricostruito nel 1712 da don Giuseppe Micheloni di Grassano, miracolato dal Santo.

Borsea è stata perciò centro di devozione antoniana per secoli, e la sua festa un punto di ritrovo per i devoti valligiani, finchè l’ultima guerra mondiale e le sue tristi conseguenze hanno tentato di cancellarne il ricordo. Il conseguente degrado della chiesetta e numerose grazie ricevute per intercessione di S. Antonio hanno fatto si che nel 1982 un gruppo di devoti patrocinasse il totale restauro dell’edificio e degli arredi ed il ripristino della festa annuale. Ora dopo oltre un trentennio la festa di S. Antonio a Borsea ha ripreso il suo primitivo fervore, dovuto anche ai numerosi fedeli che da molte parti del reggiano e del parmense giungono per pregare il Santo. Dal 1987 il piccolo santuario di Grassano è iscritto nell’albo dei Santuari antoniani d’Italia presso la basilica del Santo a Padova e compare fra i santuari italiani dell’Annuario cattolico dal 1991. Nel 2008 è stato completamente restaurato grazie alla Fondazione Manodori e al Lions Club Val d’Enza con la collaborazione dell’Ufficio Beni culturali della Diocesi che ha finanziato il sistema d’allarme.

Il programma è il seguente: alle 10.30 supplica e a seguire la  processione con benedizione delle campagne; ore 11.15 S. Messa solenne celebrata dal m. rev. Fra Alessandro Cordioli dei Fratelli di San Francesco di Monteveglio (BO). Al termine la benedizione dei bambini e del pane in onore del Santo concluderà la festa propriamente religiosa. La classe di canto dell’Istituto Diocesano di Musica, guidato dalla maestra Loredana Bigi, animerà la processione e la Messa solenne.

La Festa del Santo si svolgerà anche in caso di maltempo.

Concluderemo la nostra sagra dietro al Santuario per un pranzo conviviale, preparato dagli abitanti della borgata in collaborazione con la Parrocchia di Grassano. Chi vuole partecipare deve prenotare ad uno dei seguenti numeri: 0522873838/ 3388670838. Si ricorda inoltre che in caso di maltempo il pranzo si terrà nei locali dell’Oratorio parrocchiale di San Polo.

Mercoledì 13 giugno, giorno votivo del Santo, ore 20.30 Rosario e processione, a seguire S. Messa. Al termine benedizione del pane e degli oggetti di devozione.

Pubblicato in Articoli, Slide, Vita diocesana

Lascia un commento