Pastorale della salute: uno sguardo che cambia la realtà

Stampa articolo Stampa articolo

Ho partecipato, in rappresentanza della Diocesi di Reggio Emilia-Guastalla, ai lavori del XX Convegno nazionale di Pastorale della salute, che si è tenuto a Roma nei giorni 14-15-16 maggio. Erano presenti 250 partecipanti da tutte le regioni italiane, il cardinale Francesco Montenegro, arcivescovo di Agrigento e presidente della Commissione episcopale per il servizio della carità e la salute della Cei, vescovi di diverse regioni, rappresentanti degli ordini religiosi sanitari, cappellani ospedalieri, diaconi, religiosi e religiose, qualche laico impegnato nella Pastorale della salute (nella foto, il direttore dell’Ufficio nazionale della Cei per la Pastorale della salute, don Massimo Angelelli).
Il titolo del convegno, “Uno sguardo che cambia la realtà”, ha immediatamente attirato l’attenzione sul cambiamento della reatà in corso, che richiede il cambiamento del nostro sguardo.

Negli ultimi 20-30 anni il mondo si è radicalmente trasformato e, di pari passo, si è modificata la realtà socio-sanitaria, non solamente per l’intero Paese, ma anche e pesantemente in relazione alla presenza della Chiesa cattolica nel mondo della salute e della malattia. Gli ordini religiosi tradizionali (Camilliani, Fatebenefratelli, Guanelliani…) sono di fronte alla necessità di ristrutturazioni e ricoversioni delle loro attività per la riduzione delle vocazioni e per la difficile sostenibilità economica delle opere tradizionali.

Leggi tutto l’articolo di Ivano Argentini su La Libertà del 30 maggio

Pubblicato in Articoli, Vita diocesana

Lascia un commento