Oltre 100 mq di graffiti rimossi da 45 volontari

Stampa articolo Stampa articolo

I gruppi di volontari Antigraffiti creati da Confedilizia, l’associazione che tutela i proprietari di casa, hanno svolto diversi interventi in Centro Storico a Reggio Emilia, anche su edifici vincolati dalla Soprintendenza. Oltre 100 mq di graffiti rimossi da oltre 45 volontari, dai giovanissimi ad esperti restauratori passando per un folto gruppo di studenti del Liceo Chierici.

Si conclude così, dopo il primo intervento in zona San Pietro, il secondo presso la Scuola Elisa Lari ed il terzo presso il Liceo Chierici, il primo blocco di richieste avanzate dai proprietari di immobili danneggiati dagli atti vandalici.

Per celebrare la conclusione di questo primo step i volontari si sono poi ritrovati in piazza Fontanesi per la consegna degli attestati ai volontari che hanno partecipato a questo primo ciclo e per un brindisi di arrivederci alla prossima fase che inizierà a settembre.

Sono giunte infatti già nuove richieste che saranno calendarizzate alla ripresa dell’attività.

“Un grande ringraziamento va a chi ha reso concretamente possibile questo nostro progetto: alla Prati Group per i materiali, a Marmiroli Restauri per il prezioso supporto tecnico, all’Assessore Montanari ed alla Soprintendenza, per la fattiva collaborazione, alla Preside, ai docenti ed agli studenti del Liceo Chierici per l’entusiasta partecipazione ed a tutti i volontari che hanno saputo dimostrare nei fatti l’amore per la propria città. Abbiamo raggiunto tutti i nostri primi obiettivi: iniziare la ripulitura della città, dimostrando che è possibile battere il vandalismo e riportare il decoro, risvegliato le coscienze portando i cittadini e le Istituzioni a denunciare gli atti vandalici, sensibilizzato i più giovani al rispetto ed alla cura della propria città, mostrato agli studenti che vi è anche un mondo, quello del restauro, che può costituire una prospettiva concreta di lavoro”.

Pubblicato in Articoli, Associazioni

Lascia un commento