Corali, così la rassegna diocesana

Stampa articolo Stampa articolo

Da La Libertà del 23 maggio

In una serata di festa e gioia si è svolta, sabato 5 maggio, nella Pieve di San Faustino a Rubiera, la 28a edizione della rassegna diocesana delle corali parrocchiali. Hanno partecipato, oltre la corale dell’unità pastorale di Rubiera, vincitrice della scorsa edizione, le corali di Gazzata, San Giovanni e Santa Maria di Novellara, “In eterno canterò” della parrocchia di Ospizio, “Santa Maria – Padre Remigio” della parrocchia dell’Arcispedale di Reggio, la corale dell’unità pastorale “Paolo VI” (San Paolo, Santa Croce, Gavassa, Massenzatico e Pratofontana;) e la corale polifonica della parrocchia di Rometta in Sassuolo. Proprio quest’ultima formazione, coi canti “Ubi Caritas” di Andrey Snyder e “Invochiamo la tua presenza” di Antonio Napolitano e Daniele Bruno, a giudizio della giuria composta da don Matteo Bondavalli, don Alessandro Ravazzini e dal maestro Maurizio Tirelli, si è aggiudicata la vittoria, portando in quel di Sassuolo il “Tau” simbolo della rassegna, con il motto “… e le cose semplici sono le più belle…”. Compito della corale vincitrice, passato il breve momento di gloria, sarà quello di organizzare la prossima rassegna a Rometta. Comunque tutte le corali partecipanti hanno offerto al numeroso pubblico presente momenti di vero godimento spirituale, sottolineati da tanti applausi. Il canto che ha aperto la serata, “Benedizione a Frate Leone” – eseguito dalla corale dell’unità pastorale di Rubiera (50 elementi compreso il coro dei ragazzi) -, chi ha avuto la fortuna di trovarsi domenica pomeriggio 6 maggio nella chiesa di San Pietro a Reggio Emilia ha potuto riascoltarlo dalla viva voce dei ragazzi del Piccolo coro “Mariele Ventre” dell’Antoniano di Bologna. Uno spettacolo fantastico.

Tornando alla rassegna diocesana, mentre la giuria si ritirava per deliberare, c’è stata l’esecuzione di alcuni brani musicali proposti da insegnanti e allievi della scuola “Doremì” di Rubiera. Si sono esibite Angelica Milito (canto lirico), Elisabeth Milito (arpa), Clarissa Montecchi e Marta Piccolotto (flauto traverso).
Il successivo rinfresco con più di 200 persone “fameliche” ha messo a dura prova le brave donne del gnocco e dell’affettato. Conclusione: tutti contenti e soddisfatti, è stata veramente una serata indimenticabile. Arrivederci quindi alla 29a rassegna diocesana delle corali parrocchiali. A Rometta di Sassuolo, naturalmente.

Giorgio Ferraboschi

Corale di San Giovanni e Santa Maria di Novellara

Corale di Gazzata

Coro in Eterno Canterò di Ospizio

Corale Santa Maria – Padre Remigio

Corale Up Beato Paolo VI

Corale Polifonica di Rometta

Corale dell’Up di Rubiera

 

Pubblicato in Articoli, Slide, Società & Cultura

Lascia un commento