Lezioni di Etica e Fisica al Liceo IESS di Reggio

Stampa articolo Stampa articolo

Gli allievi hanno ricostruito un forno solare

Gli studenti delle classi prima e seconda scientifico del Liceo IESS di Reggio Emilia hanno realizzato un progetto didattico multidisciplinare che li ha portati alla costruzione di un forno solare, affrontando i temi etici e tecnologici alla base delle applicazioni di questi dispositivi a bassissimo impatto ambientale, che sfruttano l’energia solare.
I ragazzi, insieme all’insegnante Francesca Ferrari, hanno riflettuto su aspetti scientifici ed etici legati all’utilizzo di forni solari, strumenti a basso impatto ambientale sul creato.
Come ci ha insegnato il nostro vescovo monsignor Massimo Camisasca la parola Creato “ci rimanda all’origine di tutte le cose belle e grandi che ci circondano, che non abbiamo fatto noi, che sono affidate alla nostra cura e al nostro rispetto. È una grande responsabilità, affidata ad ogni uomo direttamente da Dio […]. Esso è un compito che è al centro della tradizione giudaico-cristiana, nel cuore della Bibbia e della storia della salvezza” (omelia della celebrazione per la custodia del Creato, 1 settembre 2013).

Partendo da queste parole si è sviluppato il percorso didattico che ha portato i giovani studenti del biennio del Liceo IESS a studiare un progetto di costruzione di un forno solare.
I ragazzi hanno dapprima cercato informazioni su un progetto umanitario che ha portato all’inizio di questo millennio alla distribuzione di alcuni forni solari in villaggi africani sprovvisti di fonti energetiche per la cottura e disinfezione dei cibi.
I ragazzi hanno potuto riflettere sul fatto che tali dispositivi ad energia solare evitano la necessità di combustione di materiali inquinanti e di fonti di energia artificiali.
Gli studenti hanno poi progettato e costruito un forno solare “artigianale”.

Continua a leggere l’articolo su La Libertà del 9 maggio

Pubblicato in Articoli, Società & Cultura

Lascia un commento