Rivalta, sulle tracce dei templari

Stampa articolo Stampa articolo

Una serata in amicizia, tra cultura e fede, con Arnaldo Tincani

Serata dalle grandi emozioni quella che si è vissuta venerdì 27 aprile presso il salone polivalente di Rivalta, dove fede e cultura si sono continuamente avvicendate.
Con una folta cornice di pubblico attento e partecipe, l’autore Arnaldo Tincani, storico del Medioevo, socio emerito della Deputazione di Storia patria per le antiche Provincie modenesi, ha presentato in modo avvincente il libro “I templari in diocesi di Reggio Emilia” approfondendo la nascita e lo sviluppo della mansione templare in località le Tempie nel 1144 proprio in territorio rivaltese (ricordiamo che in tal luogo il Comune di Reggio, su segnalazione dell’associazione “Insieme per Rivalta” e del circolo culturale parrocchiale, ha posto una targa esplicativa 5 anni fa.)

Con materiale inedito e ben documentato Tincani ha narrato lo sviluppo dell’ordine dei cavalieri templari nella nostra diocesi, e l’influsso del culto di santa Maria Maddalena tuttora presente nella nostra provincia. Il libro è infatti provvisto di una nutrita appendice in cui si riportano storia ed immagini delle chiese nel territorio reggiano dedicate alla santa. Il sottoscritto, promotore dell’iniziativa (con “Insieme per Rivalta” e il circolo culturale parrocchiale), e la professoressa Leda Piazza, mossi dalla passione per il loro territorio, come rilevato nell’introduzione da don Davide Poletti, hanno mostrato incisioni di geometrie sacre, lacerti di dipinti e una croce templare ritrovata all’interno dell’antichissima pieve medievale, ancora presente accanto alla chiesa attuale, che dal 1848 ne ha rilevato le funzioni.

Continua a leggere l’articolo di Lauro Gaddi su La Libertà del 9 maggio

Pubblicato in Articoli, Società & Cultura

Lascia un commento