Croce Verde, presente nella vita quotidiana

Stampa articolo Stampa articolo

Oltre duecento volontari attivi nei servizi sul territorio, quindici corsi di formazione, oltre quattrocento persone formate, sei nuove colonnine di defibrillazione installate: sono questi alcuni dei dati che hanno caratterizzato l’attività della Croce verde nel corso del 2017.

Il resoconto completo sulla gestione della pubblica assistenza, operativa da trentanove anni, sarà presentato in occasione dell’assemblea dei soci, che si terrà venerdì pomeriggio (27 aprile), dalle 17.30, nella sede del sodalizio. “La nostra missione fondamentale – spiega il presidente Elio Ivo Sassi – è quella di garantire l’emergenza urgenza 24 ore su 24, tutti i giorni dell’anno, in ogni circostanza. Altrettanto preziosi sono però i servizi di trasporto ordinario di persone e farmaci urgenti, l’assistenza sanitaria a manifestazioni ed eventi pubblici, la formazione sanitaria gratuita e altri servizi di carattere sociale, grazie a una rete capillare con l’ospedale Sant’Anna di Castelnovo Monti e le altre strutture socio-sanitarie della provincia, ma non solo. Ricopriamo inoltre un ruolo fondamentale nella vita quotidiana delle comunità villaminozzesi, aggregando, fra l’altro, gruppi di giovani, adulti e anziani, che trovano nella nostra associazione un momento di condivisione solidale”.

Oltre al rinnovo delle cariche istituzionali, l’assemblea sarà chiamata ad approvare  il bilancio 2017, “anno in cui – prosegue Sassi – sono state ridefinite le convenzioni con il Comune sui servizi sociali e alla cittadinanza, e nel quale sono stati centrati diversi altri obiettivi, dagli interventi di manutenzione straordinaria della sede al potenziamento della campagna per la raccolta di fondi e del ‘cinque per mille’, al rafforzamento della squadra di soccorso sulle piste da sci di Febbio”.

Tra le attività annuali della Croce verde sono pure da segnalare la festa del volontariato e il tradizionale incontro associativo dell’Immacolata. “Oltre che nell’ambito comunale di Villa Minozzo – rileva poi il presidente della onlus – operiamo anche nelle zone  di Casalino, Montecagno e Piolo, in comune di Ventasso, e di Gatta e Berzana, in comune di Castelnovo Monti, su una superficie complessiva di circa 250 chilometri quadrati”.

Conclude Elio Ivo Sassi: “Fra gli obiettivi principali di quest’anno ricordiamo la collocazione di nuovi defibrillatori esterni a Gova, Carù, Piolo, Fonti di Poiano e Carniana (sono già una quindicina quelli operativi, tra cui due nel toanese e uno nel castelnovese), la creazione di un poliambulatorio per offrire alla popolazione la presenza quindicinale di medici specialisti, l’impegno per la  realizzazione di una ‘Casa della comunità’, dedicata a servizi socio-assistenziali, e il rinnovo del parco ambulanze”.

Pubblicato in Archivio

Lascia un commento