Torna l’appuntamento con L’Orecchio del Sabato

Stampa articolo Stampa articolo

Dal 21 aprile al 26 maggio torna ‘L’Orecchio del Sabato’, annuale ciclo di incontri aperti al pubblico promossi dalla biblioteca ‘Armando Gentilucci’ dell’Istituto musicale Peri-Merulo di Reggio Emilia. La rassegna – un contenitore dove musica, immagini e parole trovano spunti di dialogo capaci di emozionare e richiamare pubblico e appassionati – mette quest’anno a tema, in cinque lezioni-concerto, ‘Il plurale della musica’. Il titolo, che riflette nell’eterogeneità delle proposte, invita a cogliere come valore una prerogativa fondamentale della musica: parola declinata al singolare, ma riferita nel linguaggio comune ad infiniti mondi, generi e culture.

Cinque gli appuntamenti – di cui due in collaborazione con un’altra affermata e prestigiosa rassegna, Soli Deo Gloria – rappresentativi di altrettante modalità d’approccio che uniscono il fare al sapere, la musica che suona al discorso su di essa. Il primo, sabato 21 aprile alle ore 17, sarà la lezione magistrale della cembalista Emilia Fadini che mette a nudo le convenzioni retoriche sviluppate dalla musica per avvicinarsi al linguaggio, in un evento dal titolo Oltre la grafia musicale. Pronunce degli ornamenti, accentuazioni e declamazione musicale in ricordo di Ennio Pastorino.

Seguiranno il dialogo spettacolare di Luca Franzetti (violoncello) e di Amerigo Bernardi (contrabbasso) che ripercorre il ruolo fondamentale degli strumenti gravi in orchestra e nel repertorio da camera; la conversazione tra Stefano Bonilauri (compositore) e Carlo Forlivesi (organista) sulla poetica compositiva che procede per accostamento di frammenti e successivo concerto nella vicina Chiesa di San Domenico; l’avvincente racconto in musica di Giordano Gasparini e del Jeangot Project Duo sull’apertura della città di Reggio ai generi musicali provenienti da oltreoceano; la guida analitica di Franca Bacchelli con gli allievi dell’Istituto Martina Di Falco, Davide Borghi e Alessandro Curti alla scoperta all’edificio musicale che si va costruendo nelle azioni dei musicisti (Music Building), nelle modalità già indagate nelle tre edizioni precedenti di questa rassegna.

La ricerca della verità come corrispondenza e come dialogo tra i testi rimette al centro la biblioteca non come labirinto di segni indifferenziati, ma come possibile via d’uscita dallo spaesamento e dalla consumazione dei simboli a cui la cultura del postmoderno ci ha abituati. Una concezione plurale della musica assume la conoscenza profonda delle specificità che riguardano i diversi generi e funzioni, sul presupposto che, se nessuna musica è totalmente priva di una dimensione estetica, qualsiasi musica non può avere il valore di qualsiasi altra.

Di seguito il calendario degli eventi, tutti a ingresso gratuito fino a esaurimento dei posti, che si svolgeranno, oltre che presso la biblioteca Gentilucci, all’Auditorium Masini e nella chiesa di San Domenico.

Sabato 21 aprile

ore 17 – Auditorium Gianfranco Masini

Oltre la grafia musicale. Pronunce degli ornamenti, accentuazioni e declamazione musicale

Emilia Fadini clavicembalo

In ricordo di Ennio Pastorino – In collaborazione con Soli Deo Gloria

Sabato 5 maggio

ore 17 – Biblioteca Armando Gentilucci

Tutto nasce dal basso

Lezione concerto

Amerigo Bernardi contrabbasso

Luca Franzetti violoncello

Musiche di L. Boccherini e G. Rossini

Sabato 12 maggio

ore 17 – Biblioteca Armando Gentilucci

Reggio Emilia jazz, 1925-1991. Dalla provincia al mondo

presentazione-concerto del libro di Giordano Gasparini

Interviene l’autore con Jeangot Project Duo

Simone Copellini tromba e flicorno e Michele Bianchi chitarra

Sabato 19 maggio

ore 16.30 – Auditorium Gianfranco Masini

Musica velata. Frammenti d’immagini sonore nella composizione

Intervengono: Stefano Bonilauri e Carlo Forlivesi, compositori

ore 18 – Chiesa di San Domenico

Perle di Suono. Frammenti musicali per organo dal XV secolo alla musica d’oggi

Carlo Forlivesi organo

Musiche di J. S. Bach, S. Bonilauri, J. Cage, Codex Faenza, J. F. Dandrieu, F. Durante, J. Fogliano, C. Forlivesi, G. Frescobaldi, J. P. Leguay, G. Ligeti, G. Nivers

In collaborazione con Soli Deo Gloria

Sabato 26 maggio

ore 17 – Biblioteca Armando Gentilucci

Il viaggiatore senza bagaglio. Suite dalle musiche di scena

Franca Bacchelli, relatrice

  1. Milhaud, Suite per violino, clarinetto e pianoforte op. 157B (1936)

Davide Borghi violino

Martina Di Falco clarinetto

Alessandro Curti pianoforte

Per info: biblioteca musicale Gentilucci: 0522 456772 – biblioperi@municipio.re.it

Pubblicato in Articoli, Società & Cultura

Lascia un commento