Grande successo per Georgica

Stampa articolo Stampa articolo

Georgica a Guastalla vince il maltempo. La pioggia di domenica, infatti, non ha rovinato la festa della terra, delle acque e del lavoro nei campi che, alla sua VI edizione, complice il bel tempo di sabato, ha registrato nel week-end appena trascorso 8.120 ingressi. Senza contare la presenza di tantissimi bambini entrati gratuitamente (fino ai 12 anni) e impegnati nel ricco programma di laboratori, giochi antichi, attività con gli asinelli, spettacoli di burattini, mini corsi di orticultura.

Il pubblico, proveniente dal territorio ma anche da altre province, nonostante la pioggia di domenica pomeriggio, non ha disatteso le previsioni e ha confermato l’apprezzamento per la manifestazione, realizzata, a cura di Arvales Fratres – Vitaliano Biondi, dall’Associazione guastallese Gemellaggi ed Eventi, con il patrocinio del Comune di Guastalla, e orientata a far conoscere quei saperi che scandiscono la vita di agricoltori, allevatori e artigiani che vivono nel rispetto della natura, proteggendo e valorizzando antiche varietà vegetali, antiche razze animali e tradizioni.

Particolarmente rilevante anche il numero degli espositori presenti che sono stati circa 200 con un aumento del 30% rispetto al 2017 a dimostrare come la kermesse sulle rive del Po varchi sempre più i confini di casa nostra, grazie anche ad una location di grande fascino e alla capacità di abbracciare gli interessi e le curiosità di pubblici diversi: dalle famiglie, ai bambini, ai turisti alla scoperta di nuovi territori, ali amanti del buon cibo.

Come da collaudato copione, le due giornate sono state scandite da una serie di eventi partecipati: Arte Fluviale, progetto di arte ambientale, a cura di Antonella De Nisco e Giorgio Teggi, che offre un nuovo sguardo sul grande fiume e sul suo paesaggio attraverso la pratica artistica, laboratori per riscoprire le arti antiche, conversazioni con interventi di operatori del settore del giardinaggio e dell’agro-alimentare, letture e concerti come quello del corpo filarmonico “Giuseppe Bonafini.  Tra le novità di quest’anno la possibilità di cimentarsi in sicurezza con l’Arrampicata Sportiva e la Slackline.

Sul fronte dell’enogastronomia oltre all’assalto dei visitatori ai punti di ristoro, una segnalazione merita la collaborazione con il Distretto Agricolo Biologico Casalasco Viadanese e la Condotta Slow Food Oglio Po, importanti protagonisti del buon cibo.

Dopo Georgica, la macchina organizzativa non si ferma: sono già fissate le date della XXII edizione di Piante e animali perduti che si svolgerà il 29 e 30 settembre 2018 in centro storico a Guastalla.

 

Pubblicato in Articoli, Società & Cultura

Lascia un commento