I guastallesi riabbracciano il “Campanon”

Stampa articolo Stampa articolo

Sabato 14 aprile alle ore 16.30 sarà inaugurata la Torre Civica di Guastalla (Il Campanon), dopo i lavori di riparazione e consolidamento post sismico.

Programma:

Taglio del nastro con le autorità cittadine

Storia della Torre con letture a cura di Fiorello Tagliavini

Brindisi benaugurale con i partecipanti

Storia dell’edificio

La Torre Civica o “Campanón” sorge oggi nel luogo che un tempo fu dell’antica rocca trecentesca abbattuta dagli spagnoli nel 1689. Il 13 marzo 1723 il Consiglio Comunale di Guastalla delibera di “dare principio (…) ad una torre per la Campana maggiore di essa Comunità”. L’incarico di realizzare tale opera venne conferito all’architetto parmense Cristoforo Trivellino con l’assistenza del guastallese Pantaleoni. La costruzione venne ultimata nel 1732 e per la sua realizzazione furono recuperati i materiali della preesistente rocca trecentesca.

Inizio lavori di riparazione post sisma: maggio 2017
L’intervento ha rimosso le opere provvisorie realizzate subito dopo il sisma, che avevano lo scopo di mettere in sicurezza l’edificio, di evitare ulteriori danni e il distacco degli elementi decorativi. Si sono quindi inseriti elementi per migliorare la qualità strutturale dell’immobile, come ad esempio cinture in acciaio e carbonio, si sono consolidate le statue presenti sulla sommità della torre e riparate complessivamente le lesioni nelle murature e negli architravi.

L’importo complessivo dell’intervento è di € 135.834,25 di cui € 120.148,56 finanziato dalla Regione Emilia Romagna ed € 15.685,69 con fondi propri del Comune di Guastalla.

Pubblicato in Archivio

Lascia un commento