L’Amore è la medicina più potente

Stampa articolo Stampa articolo

Venerdì 13 aprile a Reggio Emilia presso il Golf Club Matilde di Canossa, alle ore 20.30, l’associazione Way organizza e invita all’incontro L’Amore è la medicina più potente.

Relatore dottor Claudio Pagliara.

Una tachicardia, un’extrasistole, una colite spastica, una cefalea, un’emicrania, un mal di schiena, una ipertensione arteriosa, etc. possono essere la semplice conseguenza di qualcosa che per noi doveva andare in altro modo… qualcosa che ci ha ferito… pensieri negativi da trasformare o un messaggio che abbiamo bisogno di scoprire… o semplicemente una mancanza d’amore che in qualche modo abbiamo registrato.

Una perfetta salute, una relazione felice, un’attività lavorativa di successo ed una vita ricca, energetica ed entusiasmante, possono essere la conseguenza di pensieri positivi, guidati dall’amore.

Può sembrare strano, ma quanto affermato è ciò che il dott. Pagliara ha imparato in quasi 40 anni di attività come medico e come oncologo, ascoltando con umiltà i pazienti. Ed è anche ciò che emerge dalle nuove frontiere della ricerca scientifica. Dentro ciascun essere umano c’è una potenzialità superiore a quella scoperta dai fisici all’interno dell’atomo.

Per scoprirla e saperla utilizzare bisogna seguire il potere del pensiero. Molte volte la verità è sotto i nostri occhi, ma noi non ce ne accorgiamo. Tutto questo perché riusciamo a vedere solo ciò che la nostra mente è pronta a comprendere.

Dal suo libro “L’amore è la medicina più potente” con sottotitolo
“Come trasformare il cervello nel più efficiente produttore di farmaci che esista”:

“…..abbiamo già visto che le emozioni rappresentano dei sistemi ancestrali di valutazione delle situazioni che viviamo, in funzione degli obiettivi ge- neticamente e culturalmente determinati.

“Le emozioni servono a preparare l’organismo per affrontare con efficienza psico-biologica ogni variazione ambientale che si può verificare, con l’obiettivo di difendere gli scopi ed i valori ritenuti geneticamente e/o culturalmente più importanti”.

la rabbia è stata predisposta per preparare l’organismo alla lotta, per fornire la volontà e l’energia necessari a superare gli ostacoli che impediscono di realizzare i propri valori o di raggiungere i propri obiettivi. Sono gli ostacoli che creano collera. la paura, nasce da una valutazione, generalmente inconscia, sulle proprie incapacità di affrontare con successo un pericolo e sulla conseguente necessità di scappare. la gioia è la soddisfazione per la realizzazione di un evento ritenuto favorevole…..”

QUOTA DI PARTECIPAZIONE ALLA SERATA: 10 Euro

Info
347 9034360

Pubblicato in Archivio

Lascia un commento