Rotary Club Terra di Matilde dona tre defibrillatori al soccorso alpino della stazione Monte Cusna

Stampa articolo Stampa articolo

Il Rotary Club Reggio Emilia Terra di Matilde ha donato tre defibrillatori automatici al soccorso alpino e speleologico della stazione Monte Cusna, che ha sede a Castelnuovo né Monti (RE), del valore di 5.000 euro.

Nel 2016 sono stati oltre 600 gli interventi in ambiente ostile fatti in regione con numerosi decessi, di cui tre nella provincia reggiana per arresto cardiaco. La stazione, attiva 24 ore su 24 per 365 giorni,  dispone di un organico di 60 volontari suddivisi in tecnici con varie specialità e sanitari, ed è dotata di 5 mezzi operativi.                                                   

Fa parte del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico che opera per conto del Servizio Sanitario Regionale, via terra (alpina e speleologica) e con elicottero sul territorio della regione Emilia-Romagna.      

La provincia di Reggio possiede una grande estensione di territorio, spaziando da Civago al Passo del Lagastrello, interessando una popolazione di oltre 70.000 abitanti, senza contare coloro che praticano sport nel territorio dell’appennino reggiano ed ai turisti che in estate e nella stagione della raccolta dei funghi popolano abitualmente queste vallate” – ha spiegato il capo stazione Luca Pezzi.

Abbiamo capito l’importanza e la professionalità dell’attività svolta da questi operatori ed abbiamo deciso di donare tre defibrillatori che sono stati posizionati su mezzi fuoristrada, iniziando dalle postazioni di Felina e Collagna che rappresenta la prima unità ad intervenire in ambiente montano ed impervio. Abbiamo anche finanziato la formazione di 30 volontari, che hanno svolto un corso specifico per l’utilizzo di questa importante attrezzatura – ha spiegato Norberto Negri Presidente Rotary Club Reggio Emilia Terra di Matilde – Abbiamo visitato la base operativa di Pavullo nel Frignano dove è di stanza l’elicottero, ci è stato illustrato il loro modo di operare e le procedure che seguono nei vari tipi d’intervento e abbiamo assistito ad una esercitazione di ricerca di una persona scomparsa con all’opera la loro unità cinofila. Saremo periodicamente informativi sull’utilizzo dei defibrillatori, in quanto riteniamo molto utile e fondamentale monitorare i progetti realizzati”.

Il Rotary Club Terra di Matilde nasce nella primavera del 2007 riunendo soci che vivono o svolgono la propria attività professionale prevalentemente nella zona sud-ovest della Provincia di Reggio Emilia. La significativa componente femminile e di giovani conferisce al sodalizio una connotazione innovativa nell’ambito dei Rotary Club in Italia. Attualmente conta 40 soci.

Sono molteplici le attività svolte dalla compagine associativa ed oltre a numerosi progetti internazionali a sostegno di popolazioni particolarmente bisognose, hanno riguardato, tra l’altro, temi di formazione giovanile e volontariato, sicurezza stradale, cultura e gastronomia, salute, coinvolgendo la cittadinanza e evidenziando una vocazione verso alcune delle problematiche sociali più comuni che interessano il territorio.

Pubblicato in Articoli, Associazioni

Lascia un commento