…e vissero felici e contenti?

Stampa articolo Stampa articolo

Una giornata di studio il 7 aprile a San Ruffino

Da La Libertà del 21 marzo

Dopo esserci dedicati all’accompagnamento dei fidanzati verso la vita nel matrimonio, quest’anno vorremmo prolungare la nostra riflessione sui primi anni di matrimonio.
L’impegno dello scorso anno ha dato un buon frutto, non solo per il sussidio molto ricco e apprezzato che siamo riusciti a mettere insieme, grazie anche al contributo di tanti accompagnatori dei fidanzati, ma anche per l’“artigianalità” del percorso.
È bello che le cose nascano “dal basso”, a partire dall’ascolto della realtà e dall’esperienza di tanti.
È bello che siano aderenti al nostro contesto per essere poi spendibili.

Vorremmo allora dedicare un tempo di studio e lavoro comune al fine di individuare delle linee e dei criteri per accompagnare i primi anni di matrimonio.
Ci rivolgiamo innanzitutto a quanti già accompagnano i giovani sposi per conoscere e valorizzare quanto già stanno facendo, poi agli accompagnatori dei percorsi in preparazione al matrimonio perché occupandosi già del “prima”, sicuramente avranno a cuore anche il “dopo”; alcuni sappiamo mantengono delle relazioni e fanno già delle proposte, altri hanno ripensato i loro percorsi in quest’ottica e altri ancora si saranno posti il problema.

Ci rivolgiamo anche a quanti, nelle nostre comunità, hanno sperimentato la bellezza di un cammino per gli sposi e sono disponibili a mettersi in gioco per camminare accanto alle giovani coppie. L’invito è rivolto anche ai parroci, perché condividendo la loro premura per questo periodo significativo della vita familiare, possano indicare e trovare suggerimenti e modalità da proporre nelle proprie realtà. Spesso diciamo che il matrimonio è l’inizio di un cammino, salvo poi, a volte, “abbandonare” i giovani sposi perché siamo occupati su altri fronti. Invece i primi anni sono un tempo prezioso, che conosce sfide e compiti particolari, che spesso contribuiscono a formare un “imprinting” determinante.

Sabato 7 aprile dalle 9 alle 17 ci troveremo a Scandiano presso la canonica di San Ruffino (via Larga 14) per vedere quali buone prassi esistono già e approfondire questo tema al fine di aiutare le comunità della nostra diocesi ad aver cura di questo “passaggio” della vita delle coppie.

La giornata sarà introdotta dall’intervento del dottor Paolo Usai, psicologo e psicoterapeuta, “Le sfide e le risorse dei primi anni di matrimonio”, per aiutarci a leggere la realtà dei primi anni di matrimonio.
Crediamo in questa forma condivisa di lavoro e vi aspettiamo numerosi.
La quota di partecipazione è di 15 euro (10 euro per gli iscritti alla Scuola di Teologia). pranzo compreso.
Iscrizioni presso la segreteria degli Uffici pastorali: telefono 0522.406860, e-mail std.reggio@gmail.com.

L’équipe di Pastorale Familiare

Pubblicato in Articoli, Slide, Vita diocesana

Lascia un commento