GMG: Ragazzi in città, incontro a Maria

Stampa articolo Stampa articolo

Don Pagliari: «Non temere», itinerario educativo

La 33a Giornata Mondiale della Gioventù sarà celebrata a livello diocesano, come di consueto, nella Domenica delle Palme, il prossimo 25 marzo. Il direttore del Servizio per la Pastorale Giovanile, don Carlo Pagliari, subito ricorda che siamo a metà di un trittico mariano disegnato da papa Francesco: nel 2017 il titolo era “Grandi cose ha fatto per me l’Onnipotente” (Lc 1,49), quest’anno è “Non temere, Maria, perché hai trovato grazia presso Dio” (Lc 1,30) e tra soli dieci mesi il percorso culminerà nella 34a Gmg internazionale a Panama, intorno al tema “Ecco la serva del Signore; avvenga per me secondo la tua parola” (Lc 1,38). In coerenza con la meditazione avviata nelle Gmg dal 2014 al 2016, incentrate sulle Beatitudini, il cammino spirituale tracciato dal Papa prosegue indicando come modello Maria, colei che tutte le generazioni chiameranno beata (cfr. Lc 1, 49). Si coglie anche la sintonia con la riflessione che Francesco affida al prossimo Sinodo dei vescovi, “I giovani, la fede e il discernimento vocazionale”.

Già intravedendo dunque l’appuntamento extra-continentale che, come annunciato dall’arcivescovo di Panama José Domingo Ulloa Mendieta, si terrà dal 22 al 27 gennaio 2019 nel Paese del Canale, eccoci a guardare più vicino, a Reggio Emilia città, dove domenica 25 marzo la Gmg si concentrerà in tre ore, dalle 16.30 alle 19.30, anche in caso di maltempo.
“Quest’anno – spiega don Carlo – abbiamo deciso di dedicare gli eventi a fasce di età più specifiche: mentre i venerdì sera con il Vescovo sono per i giovani dai 19 ai 30 anni, la Gmg è pensata per gli adolescenti (14-19 anni) e per i loro educatori”. La prima parte dell’incontro si vivrà in Duomo. “Tutto l’evento – continua don Pagliari – è progettato come un unico itinerario educativo, un percorso dalla Cattedrale alla Ghiara. Per lavorare sul tema della Gmg, Non temere, Maria, perché hai trovato grazia presso Dio, sintetizzato in Non temere, e sul vangelo dell’Annunciazione, partiremo con una lettura del libro Oscar e la Dama in rosa interpretata come graphic novel da Francesco De Benedittis con i suoi disegni e accompagnata da un musicista, sempre live. Seguirà l’intervento del nostro Vescovo”.

Leggi tutto l’articolo di Edoardo Tincani su La Libertà del 14 marzo

Pubblicato in Articoli, Slide, Vita diocesana

Lascia un commento