Mandato a Giulia, Giorgia e Chiara

Stampa articolo Stampa articolo

Giovani volontarie per i progetti missionari in Madagascar

“Il Signore ci invita a seguirlo là dove ci chiama. Diciamo il nostro «eccomi» a Dio, sentiamoci mossi da un amore che ci chiama ad andare, a camminare, che ci chiama a rischiare. Non cerchiamo un’avventura, ma cerchiamo un’adesione quotidiana all’amore di Dio”. Sono le parole che don Pietro Adani, direttore del Centro Missionario Diocesano, durante la Messa missionaria di giovedì 15 febbraio, ha rivolto alle tre giovani in partenza per il Madagascar per svolgere servizio su diversi progetti della missione diocesana.

Invitando a ritrovare la semplicità e l’essenzialità, a sentirsi guardati e amati fortemente da Dio, don Pietro ha conferito il mandato missionario a Giulia Farri, Giorgia Roda e Chiara Bezzi, nella Cappella di San Vitale, presso la Casa della Carità di San Girolamo a Reggio Emilia, così gremita di amici e parenti convenuti per l’occasione.

Giulia Farri, 23 anni, proveniente da San Giovanni di Novellara, ha iniziato un anno fa il cammino di formazione per prepararsi a partire e raggiungere Manakara. Lavorerà nell’Ospedale Psichiatrico di Ambokala, affiancando Enrica Salsi; seguirà inoltre le nuove attività dell’oratorio della parrocchia di Gesù Misericordioso, inaugurata di recente. “Durante il percorso di formazione tantissime persone ci hanno chiesto il perché di questa scelta – ha detto Giulia al termine della celebrazione – . È la domanda più facile, più spontanea che una persona possa fare, ma la risposta è difficile da dare, da descrivere a parole. Sono tanti i motivi per andare, così come tante sono le paure, le speranze. Siamo tutti diversi e tutti, nella propria unicità, possiamo donarci, chi con un gesto, chi con un dono, chi con la semplice presenza. Io spero di riuscire a donarmi per quella che sono”.

Leggi l’intero articolo a cura del Centro Missionario Diocesano su La Libertà del 28 febbraio

Pubblicato in Articoli, Vita diocesana

Lascia un commento