Due catechesi a San Valentino

Stampa articolo Stampa articolo

Attraverso la croce di Cristo si è manifestata al mondo la suprema carità di Dio, senza la quale la vita umana non ha né radici, né senso, né speranza. Solo entrando in questo amore ogni uomo può scoprire l’ipotesi positiva della propria esistenza.
Poggia su questo dato il percorso delle Catechesi di Quaresima che padre Antonio Maffucci, assistente spirituale del Santuario diocesano del Beato Rolando Rivi Martire, svolgerà nel secondo e nel terzo giovedì di marzo, presso la Pieve di San Valentino (via Rontano 7, Castellarano). Il titolo degli incontri è: “Li amò sino alla fine – Entriamo in questo amore”. L’ora di inizio è fissata alle 21.15 e, al termine di ogni catechesi (22.15), padre Antonio sarà disponibile per le confessioni.

Questo il programma degli incontri: giovedì 8 marzo, ore 21.15, “La croce, un amore che arriva al sacrificio supremo”; giovedì 15 marzo, ore 21.15, “Gesù dona se stesso: l’Eucaristia”. L’ingresso è libero e gratuito. Per informazioni: 0536.854048.
In occasione delle Catechesi, in questo tempo di Quaresima, verrà dal Santuario del Beato Rolando un invito: porre bene in evidenza o portare, ove mancasse, il crocifisso nelle case; rendere più intensa e più vera la preghiera, personale e nelle famiglie, riscoprendone tutta la bellezza.

“La preghiera – afferma padre Maffucci – è occasione di ringraziamento e di supplica per affrontare e vivere appassionatamente e costruttivamente le nostre giornate, il nostro tempo, i nostri impegni. Pregare insieme è un aiuto a non dimenticare ciò che conta veramente nella vita. Può essere il segno della croce all’inizio di ogni momento significativo e, al mattino, alzandosi e uscendo insieme di casa; una preghiera, non scontata e non formale, prima dei pasti e prima di coricarsi la sera; la recita del santo Rosario o di una parte di esso, secondo le possibilità”.

Pubblicato in Articoli, Vita diocesana

Lascia un commento