Don Bosco Indoor 2018, cinque regine diverse

Stampa articolo Stampa articolo

Domenica pomeriggio, alla palestra nuova del Liceo Moro, al Foro Boario, si sono disputate le cinque finali della quindicesima edizione del torneo Don Bosco indoor del Centro Sportivo di Reggio Emilia, che si sono giocate a partire dalle 15 di fronte a circa cento persona e partita, per un totale di circa 500 persone che si sono alternate sugli spalti della struttura del Foro Boario.

I primi a scendere in campo, appunto alle 15, sono stati i Biberon, quindi i più piccoli, classe 2011-2012, una categoria nella quale si sono dati battaglia Bibbiano San Polo Rossa e Ac Casalgrande, due formazioni che hanno dato vita a una finale davvero emozionante: il Bibbiano ha iniziato alla grande andando subito in gol, trovando però poco dopo la forte opposizione del Casalgrande. Malgrado il grande equilibrio, a prevalere, al termine della sfida, è stato proprio il Bibbiano San Polo allenato da Luigi Sabatelli, che ha vinto col risultato di 5-3.

Subito dopo si è giocata la finale per assegnare la coppa della categoria Debuttanti, per la quale si sono affrontate il Montecchio Calcio Rosso e il San Faustino, due compagini che hanno dato vita a una partita bellissima. A prevalere sono stati i bimbi del San Faustino, che hanno ottenuto un successo di misura per 3-2 sull’ottimo Montecchio, che ha però giocato un buon match, dando battaglia fino alla fine.

Stesso punteggio anche per la finale della categoria Cuccioli, la terza di giornata, con l’Ac Casalgrande Rossa che si è imposta per 3-2 sul Progetto Aurora Verde: durante la sfida questi ultimi si sono portati in vantaggio di due gol, per poi vedersi recuperati e raggiunti dai casalgrandesi, che hanno così ottenuto quel successi sfuggito nella categoria Biberon.

Per la categoria Arcobaleno, invece, il Progetto Aurora, di nuovo in finale, ha dato vita ad una gara che definirla avvincente sarebbe riduttivo, imponendosi per 4-3 su un ottimo Fc Sesso, capitanato dalla bravissima Nicole Nizzoli, migliore in campo in assoluto, nonché autrice di uno dei tre gol dei suoi.

Alle 19 è invece tornato protagonista il Progetto Aurora che ha affrontato l’Atletico Bilbagno nella finale dal più alto livello agonistico e tecnico dell’intera manifestazione, ossia quella della categoria Primavera, riservata ai bimbi più grandi nel 2007. A trionfare è stato l’Atletico Bilbagno per 3-1 sul Progetto Aurora, di nuovo sconfitto, ma autore comunque di un’ottima partita. La società di via Adua, in questa quindiciesima edizione del Don Bosco Indoor, ha avuto il merito di conquistare tre finali su cinque, ma ne ha poi perse due su tre, dimostrando comunque di avere grandi mezzi e un ottimo vivaio alle spalle.

 

Pubblicato in Articoli, Associazioni

Lascia un commento