Con ACR scoppia la pace

Stampa articolo Stampa articolo

Gioco, preghiera e solidarietà nella festa al Palahockey

“Scatti di Pace” è lo slogan che l’Azione Cattolica nazionale ha affidato ai ragazzi dell’Acr di tutt’Italia per la loro Festa della Pace.
Ecco perché, quando domenica 21 gennaio alle 14.30 i ragazzi dell’Acr sono arrivati al Palahockey “Fanticini” di Reggio Emilia, hanno trovato i nostri fotografi con grandi cornici pronti a immortalarli per uno scatto di pace.
E non era che l’inizio!

I PARTECIPANTI
Non è stato facile, alla ripresa del catechismo dopo il Natale, avere l’adesione e la partecipazione dei 270 ragazzi e dei loro 80 generosi educatori, che in parte erano anche giovani genitori; a questi si aggiunga lo squadrone dei giovani dell’Acg pronti a prestare il loro servizio come giudici di gara e poi tutta l’équipe Acr che già da mezzogiorno si era data appuntamento al palahockey per l’allestimento.
Insomma per essere precisi: 395 persone.

Correggio è sempre super presente con tutte le parrocchie dell’unità pastorale e con delle punte altissime con la parrocchia di San Prospero e San Quirino e tutti gli altri, ma anche Aiola, Cella, Gualtieri, Bagnolo, Massenzatico, Praticello e i carissimi amici di Baiso!

LA MISSIONE
In ogni Festa della Pace, l’Azione Cattolica nazionale affida ai ragazzi di tutt’Italia una missione di bene per fare un’opera di carità tutti insieme. Quest’anno abbiamo aiutato un gruppo di 200 bambini e ragazzi disabili che vivono in Iraq (governatorato di Erbil) in un campo profughi e sono sostenuti dall’Ong “Terre des hommes”. Il nostro contributo permetterà loro di avere cure mediche riabilitative e sostegno psicologico.

Leggi tutto l’articolo su La Libertà del 31 gennaio

Pubblicato in Articoli, Associazioni

Lascia un commento