Al “Corso” sbarca la Compagnia “Il Buffone di corte”

Stampa articolo Stampa articolo

Una scena dello spettacolo (foto: Fausto Franzosi)

La XXVII Rassegna di Teatro Dialettale del Corso di Rivalta prosegue con una proposta imperdibile per gli amanti del divertimento di qualità, che sabato sera – 3 febbraio – applaudiranno Il Buffone di Corte, una delle compagnie più longeve della nostra provincia. Sulle scene da oltre trent’anni, il gruppo di Toano interpreterà L’era mei sa tuliven la curera, due atti di e con Claudio Martelli, che salirà sul palco di Via Sant’Ambrogio insieme a Silvia Razzoli, Mario Saielli, Lorenza Tincani, Daniele Incerti, Rino Giorgini, Ivo Rondanini, Paola Belli e Fausto Iaccheri, al quale è affidata la regia della commedia brillante, che inizierà alle 21.15.

Si tratta della sesta rappresentazione in cartellone e della prima fuori abbonamento della Stagione 2017-2018 della storica sala alle porte della città, che la moderna scenografia trasformerà nella Mediopadana di Reggio Emilia. Lo spettacolo, infatti, è ambientato nella stazione della linea ad alta velocità di Mancasale, dove si intrecciano le avventure degli esilaranti personaggi della pièce, la cui trama gioca su equivoci e ingenuità. È in questo contesto che Cesira affronta numerose peripezie per realizzare un sogno coltivato da troppo tempo: la prima vacanza dopo anni da casalinga full time, tra sacrifici e rinunce. La donna, infatti, convince il marito Italo ad allontanarsi dalla montagna, dove abitano da sempre, un evento straordinario che dovrebbe condurre la coppia in Riviera.

Il condizionale è d’obbligo perché non è scontato che i coniugi riescano a partire, superando le situazioni tanto intricate quanto divertenti determinate dalle complicate tecnologie della stazione e dai destini che si mescolano tra i moderni binari reggiani. I due si relazionano con le persone più diverse, ovvero il figlio, Giulia, un’avvenente “ragazza” che ha deciso di sposarsi ad ogni costo, un’edicolante pettegola, un vecchio amico e il suo erede, un viaggiatore francese e il venditore marocchino Abdul. 

Il cartellone rivaltese continuerà con una commedia – in abbonamento – della compagnia Fnil Bus Theater di Gattatico, che il 10 (febbraio, ndr.) proporrà Pioggia, neva, tempesta, a cà d’Alvise l’è seimper festa!, due atti di Antonio Guidetti che hanno come protagonista e regista l’istrionico Damiano Scalabrini. L’abbonamento a dieci spettacoli costa 60 Euro, il biglietto intero 8 Euro, il ridotto 5 Euro, prezzi applicati anche alle due rappresentazioni fuori abbonamento. Informazioni e prenotazioni: 339-7117163.

Beatrice Grisendi

Pubblicato in Archivio

Lascia un commento