Una Curia che fa notizia

Stampa articolo Stampa articolo

Il volto della nostra Diocesi? Agilità e comunione

Auspici, bilanci e tantissime notizie, nel tradizionale incontro per lo scambio degli auguri natalizi tra il Vescovo e i suoi collaboratori, dipendenti e volontari, che ha luogo a mezzogiorno del 22 dicembre nella Sala conferenze del Museo diocesano. Le novità principali sono condensate nel comunicato che l’Ufficio Stampa della Diocesi recapita ai media locali poche ore dopo (riportato integralmente nella pagina a fianco): spiccano l’alleggerimento della perdita della gestione corrente, la cura dimagrante del patrimonio, la prossima apertura di due appartamenti per l’accoglienza di ragazze madri e il progetto di convogliare il personale degli uffici, per motivi anche pastorali (“Ripensare tutto con grande libertà e con coraggio”, aveva suggerito Camisasca in Ghiara l’8 settembre scorso), nello storico palazzo della Curia, con ricadute positive attese anche sulla vitalità del centro reggiano.

Si chiude un 2017 reso straordinario da tre eventi, che il Vicario generale richiama subito nel suo intervento: l’ordinazione episcopale del reggiano monsignor Gianotti per la cattedra di Crema, l’atto di consacrazione della Chiesa reggiano-guastallese al Cuore Immacolato di Maria e la rinnovata scelta missionaria della Diocesi, che ha inviato due sacerdoti fidei donum in Madagascar, a coronamento di un giubileo celebrato anche su queste pagine, due religiose in Brasile e, non certo da ultimo, una delegazione guidata dal Vescovo in visita alle Case della Carità in India.

Monsignor Alberto Nicelli si sofferma quindi sulle statistiche del Servizio di Coordinamento e sui dati relativi al clero: 239 i sacerdoti diocesani – nel 2017 ci hanno lasciato don Alcide Pecorari (+ 15 aprile), monsignor Ambrogio Morani (+ 2 novembre) e don Pasquino Fontanili (+ 18 novembre) – e 123 i diaconi permanenti. E se il 2017 non ha fatto registrare alcuna nuova ordinazione presbiterale, ha visto tuttavia l’ingresso di cinque giovani in Seminario, dove oggi vivono diciannove studenti della nostra diocesi.

Leggi il testo completo dell’articolo di Edoardo Tincani su La Libertà del 13 gennaio

Pubblicato in Articoli, Vita diocesana

Lascia un commento