I progetti a Panzi-Bukavu degli Amici di don Tonino

Stampa articolo Stampa articolo

In Repubblica Democratica del Congo la scuola dedicata a padre Manzotti

Pubblichiamo la lettera di Natale che il gruppo missionario “Amici di padre Tonino Manzotti” di Boretto, Brescello, Gualtieri, Guastalla e Novellara rivolge a tutti i benefattori e ai lettori de La Libertà.

Cari offerenti e benefattori, il Natale 2017 è alle porte e richiama il valore delle promesse, degli impegni presi, dell’assunzione di responsabilità in merito a un’idea, un progetto, una determinata finalità.
Ecco allora l’idea-progetto del complesso scolastico “Père Tonino Manzotti”. Nato sulla spinta emotiva e sulla passione religiosa e civile che don Tonino ci ha insegnato; un progetto che è diventato poi tale, dopo la visita a Panzi-Bukavu (l’ultima parrocchia di missione del nostro “fondatore”) di alcuni di noi che, a loro spese, sono andati là, hanno parlato con i Saveriani, hanno conosciuto la gente, il consiglio pastorale, i luoghi, la realtà di estrema povertà e di deprivazione sociale.

In questo Natale 2017 siamo in grado di comunicarvi che il progetto, che voi avete sostenuto a “piene mani” (espressione tipica di don Tonino), è diventato realtà ed è in parte già attivo, poiché varie classi (centinaia di alunni) lo frequentano normalmente. Nel gennaio prossimo una nostra delegazione, sempre a proprie spese, andrà a Panzi/Bukavu ad inaugurare il complesso scolastico.
Il costo inizialmente previsto è lievitato in forza della scelta di un’area diversa; area molto più ampia, sulla strada nazionale, di proprietà della Diocesi, concessaci gratuitamente; perciò si è riprogettato il tutto e si è prevista una scuola più grande, un’area cortiliva estesa, un possibile futuro ampliamento, un’armonia diversa che rendesse il contesto più accattivante.

Continua a leggere tutta la lettera firmata da Amici di don Tonino su La Libertà del 9 dicembre

Clicca qui e rinnova online l’abbonamento a La Libertà

Pubblicato in Articoli, Slide, Vita diocesana