Dentro il pensiero di papa Francesco

Stampa articolo Stampa articolo

Incontro a Reggio mercoledì 29 novembre alle 21

Da La Libertà del 25 novembre

Che un Papa faccia discutere è normale; che la gente, fedeli o non credenti, esprimano opinioni su gesti e discorsi del Pontefice è altrettanto ovvio; che, anche con la complicità dei giornali e dei mezzi di comunicazione, si formino luoghi comuni (e pregiudizi), purtroppo, è cosa all’ordine del giorno.
Papa Francesco non ne è esente, anzi: col suo stile chiaro e diretto sta suscitando sia vasti consensi sia feroci critiche da parte di certi settori ecclesiali e non.

Uno dei luoghi comuni più diffusi è che Bergoglio, per la sua provenienza e formazione latino americana, sia un Pontefice molto “pastorale” e poco “teologo” e, succedendo a Benedetto XVI, dimostri un gap intellettuale notevole nei confronti del suo predecessore, fino all’accusa di non essere all’altezza della tradizione culturale europea.
Detto volgarmente: un populista un po’ ingenuo e superficiale a livello dottrinale.

è lecita e opportuna, a questo punto, una domanda: è possibile ricostruire l’iter formativo culturale e teologico di Papa Francesco e, se sì, chi lo conosce?
Il libro di Massimo Borghesi, docente Filosofia morale presso il Dipartimento di Filosofia, Scienze sociali, umane e della formazione dell’Università di Perugia, che sta uscendo in questo periodo dal titolo “Jorge Mario Bergoglio: una biografia intellettuale”, della Jaca Book, sembra poter rispondere a tale domanda, riempiendo un vuoto di conoscenza pericoloso perché fonte principale dei suddetti pregiudizi.

L’autore, con rigore e chiarezza, ci permette di seguire, quasi passo a passo, il lungo processo che ha condotto l’attuale Pontefice ad assimilare i contenuti filosofici e teologici dei più profondi pensatori cristiani del ’900 ( come un De Lubac o un Von Balthasar, ad esempio), scalzando, dati alla mano, ogni possibile sospetto di “debolezza” o di “ superficialità” riguardo alla statura culturale di papa Francesco. L’autore, nella stesura del testo, ha potuto avvalersi anche di una documentazione inedita fornitagli direttamente dal Pontefice con interviste audio.

Il Centro culturale “Blaise Pascal” ha organizzato per mercoledì 29 novembre alle 21 presso la sala delle conferenze dell’Hotel Mercure Astoria, a Reggio Emilia, la presentazione del volume di Massimo Borghesi.
Incontrare l’autore del libro rappresenta per la città una grande opportunità per aprirsi alla conoscenza della personalità di Francesco e, forse, per comprendere meglio e più a fondo il senso delle sue parole e dei suoi interventi.

L’incontro, che si aprirà col saluto del vescovo Massimo Camisasca, sarà presieduto dal giornalista e scrittore Emilio Bonicelli.

Centro culturale
«Blaise Pascal»

 

Pubblicato in Articoli, Vita diocesana