«Madonna della Neve» estesa, unità pastorale e ministeriale

Stampa articolo Stampa articolo

A Bagno l’ingresso del parroco don Roberto Bertoldi

È stata una serata particolarmente intensa quella di sabato 11 novembre a Bagno, festa di san Martino.
Monsignor Alberto Nicelli ha presieduto a nome del vescovo Massimo l’Eucaristia per il mandato di parroco della nuova unità pastorale allargata “Madonna della Neve” a don Roberto Bertoldi e ai sacerdoti collaboratori, don Luigi e don Emanuele.
Anche i diaconi Davide e Danilo, insieme ai nove rappresentanti delle rispettive comunità, sono stati al centro dell’incarico e della preghiera della Chiesa per un cammino di conversione e di testimonianza evangelica, nella comunione dei doni e dei servizi.

Una decina i sacerdoti concelebranti, una dozzina i diaconi amici, moltissimi i fedeli di ogni età, provenienti oltre che da Bagno, Corticella, San Donnino, anche da Castellazzo, Gavasseto, Marmirolo, Masone, Roncadella, Sabbione. Tra i fatti salienti ci piace segnalare anzitutto il suono delle campane ad opera dei giovani ma già esperti campanari di Bagno e la vivacità eclettica di voci e strumenti ben contenuti e coinvolgenti del nutritissimo coro della nuova unità pastorale, a testimonianza che se a volte i campanili dividono, spesso le campane e il bel canto uniscono.
Incisive e accurate, al riguardo, le parole di monsignor Nicelli: “A volte nelle unità pastorali non si vedono che aspetti problematici o negativi. Occorre invece, senza misconoscere difficoltà e criticità, cogliere anche i fattori positivi, di crescita, di comunione, di rinnovamento…”.

Continua a leggere tutto l’articolo di Emanuele Benatti su La Libertà del 25 novembre

Clicca qui per scoprire le offerte di abbonamento a La Libertà per il 2018

Pubblicato in Articoli, Vita diocesana