Jazz sacro e gospel per santa Cecilia

Stampa articolo Stampa articolo

Da La Libertà del 18 novembre

Il 22 novembre, memoria di santa Cecilia Vergine e martire, ispiratrice e patrona della musica e del canto sacro, si terrà alle 21 presso la chiesa di Sant’Agostino in città il concerto inaugurale dell’anno accademico 2017-2018 dell’Istituto Diocesano di Musica e Liturgia (Idml) “Don Luigi Guglielmi”. In programma un estratto della Freeedom Suite tratta dai Concerti Sacri di Duke Ellington proposta dai ragazzi e dalle ragazze di Comeunorchestra e, in prima assoluta a Reggio, la Gospel Mass di Robert Ray (foto) che i giovani musicisti eseguiranno insieme al Coro Diocesano di Reggio (si veda la locandina). La composizione è una felice combinazione di sonorità della tradizione Spirituals ma anche di quelle più moderne delle chiese African-American.

Se di Duke Ellington appare superfluo ricordare la biografia, vale la pena segnalare che Robert Ray tiene regolarmente clinician dedicati al repertorio African American Spirituals e alla Gospel Music. Molto attivo nell’associazione American Choral Directors (Southwestern Division) tiene lezioni e conduce Clinics presso Università e College tra cui Menc, Acda e Iaja Conventions. È professore di musica all’University of Missouri a St. Louis ed è il direttore della corale in Unison Chorus della St. Louis Symphony Orchestra. Pianista di fama internazionale, tiene performance in tutto il mondo, fino a collaborare con lo straordinario Bob McFerrin.

Ad accompagnare coro e ragazzi sarà un quartetto d’eccezione composto da affermati jazzisti: Maurizio Trasatti pianoforte, Davide Castellari sax (docente all’Idml), Enrico Lazzarini contrabbasso e Riccardo Bontempelli pianoforte. Dirige Giovanni Mareggini.
Una piacevole e importante novità sarà la voce di Daniela Pecorari, da anni corista del Coro Diocesano, che esordirà come solista.
La serata di mercoledì 22 novembre, con inizio alle ore 21, sarà a sostegno delle attività formative dell’Idml per l’anno 2018.

Pubblicato in Articoli, Società & Cultura