Sud Sudan, lungo e sofferto cammino

Stampa articolo Stampa articolo

Presentato il libro scritto dal comboniano Daniele Moschetti

Il libro si intitola “Sud Sudan. Il lungo e sofferto cammino verso pace, giustizia e libertà” e padre Daniele Moschetti, missionario comboniano che è stato 7 anni in Sud Sudan, l’ha presentato come un’opera che è derivata da un cammino concreto, fisico. Ha percorso 1.100 km per raggiungere Santiago de Compostela, camminando per la pace e con il pensiero rivolto ai migliaia di sud sudanesi che camminano, corrono, per scappare dalla guerra. Il cammino mette a nudo, fa cadere le maschere che, inevitabilmente, si indossano nella vita. Durante il cammino non importa a che etnia appartieni, qual è il tuo credo. Durante il cammino si è tutti uguali. Ognuno scopre di aver bisogno degli altri. Percorrere un pezzo di strada insieme rende ancora più evidente il fatto che la fratellanza è qualcosa di vero e molto profondo.

Questo libro è stato, dunque, frutto di un cammino, ma anche della consapevolezza che i media e la politica danno un’immagine troppo spesso negativa dell’Africa e degli immigrati africani.
Padre Daniele ha vissuto in Africa per tanti anni, sia in Sud Sudan che in Kenya, e ha avuto esperienza di un popolo ricco, affascinante, positivo. Sa che l’Africa e gli africani non sono come li dipingono i media e ha colto il desiderio della gente, della società civile, della speranza di un cambiamento. Ecco, questo libro è il cambiamento dell’immagine degli africani… Attraverso le lettere che compongono i capitoli, si ha la possibilità di scoprire un’altra Africa, quella vera.

Leggi tutto l’articolo di Giorgia Roda su La Libertà del 4 novembre

Pubblicato in Articoli, Vita diocesana